Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Scommesse dietro ad una colonna: titolare bar rischia 3 anni di carcere

  • Scritto da Francesca Mancosu

In un bar di Salerno la Finanza scopre un Pc per la raccolta di scommesse su un sito estero nascosto dietro ad una colonna, la titolare rischia grosso.

Nelle scorse settimane si è parlato più volte del pericolo di un'ulteriore recrudescenza delle scommesse clandestine nel periodo degli Europei di calcio, in virtù della perdurante chiusura delle attività legali, sia con appelli politici che di operatori del settore.
Ed anche se il gioco terrestre, fortunatamente, ha riaperto i battenti nelle regioni in “zona bianca”, i controlli delle forze dell'ordine continuano a registrare casi di illeciti.
Come quello scoperto dai finanzieri del comando provinciale di Salerno che hanno denunciato la titolare di un bar di Cava de' Tirreni, dove veniva effettuata la raccolta abusiva di scommesse, con uno stratagemma piuttosto singolare.

“Dopo una serie di appostamenti, le Fiamme gialle della città hanno notato che, soprattutto a ridosso degli incontri calcistici di rilievo, alcuni avventori erano soliti incontrarsi nei pressi dell'esercizio commerciale”, si legge in una nota diramata dalla Gdf.
“La conferma del sospetto si è avuta verso la fine del campionato di Serie A: nonostante le cautele osservate all'uscita del bar, una pattuglia di finanzieri è riuscita a fermare un cliente con in mano due scontrini, del tutto simili alle 'bollette' rilasciate per l'incasso delle eventuali vincite.
Ed infatti, durante la successiva ispezione del locale, i militari hanno rinvenuto, ben celato dietro una colonna, un computer collegato all'home page di un sito di scommesse sportive, con tanto di stampante delle ricevute ed una cassetta di sicurezza con il presumibile introito delle giocate raccolte”.

Sia i dispositivi informatici che il denaro contante sono stati quindi immediatamente posti sotto sequestro. La titolare del bar, verbalizzata pure per la violazione delle norme anti-Covid 19 che tuttora impongono la chiusura di sale gioco e centri scommesse (nelle zone gialle), è stata cosi denunciata dai Finanzieri alla Procura della Repubblica di Nocera inferiore per il reato di "esercizio abusivo e organizzazione di scommesse".
L'accettazione delle giocate avveniva infatti in assenza delle prescritte autorizzazioni amministrative, tramite un allibratore estero irregolare.
Per tale condotta illecita, rischia adesso una condanna fino a tre anni di reclusione.
Share