Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Clienti senza green pass, sanzioni per due sale scommesse

  • Scritto da Daniele Duso

Le gravi irregolarità riscontrate durante i controlli sull'applicazione del green pass hanno portato a sanzioni per clienti e esercenti di Treviso e Catania.

Dopo l'introduzione del green pass, dal 6 agosto scorso, lo stesso Viminale ha chiesto alle procure di tutta Italia di organizzare controlli a campione sui locali per i quali è previsto l'accesso solo tramite certificazione verde. E puntualmente sono arrivate le prime sanzioni.

A Treviso gli agenti, appena entrati in una sala scommesse, hanno sanzionato cinque delle dieci persone presenti in quanto, seppur prive del green pass, erano entrate tranquillamente nel locale. La sanzione, di 400 euro a testa, è stata immediata, ed è stata comminata anche all'esercente, reo di non aver effettuato la verifica del documento come previsto dal norme attualmente in vigore. Un'attività, la sua, che verrà ora tenuta d'occhio e per la quale, all'arrivo della terza irregolarità, scatterà la chiusura. Al titolare è stata anche contestata la copertura delle vetrate con adesivi oscuranti che impedivano il controllo del locale.

Più grave il caso di Catania, dove un accertamento in una sala giochi e scommesse ha sorpreso 4 avventori privi di mascherina protettiva, 3 dei quali privi anche del green pass. Le forze dell'ordine intervenute hanno richiesto immediatamente la chiusura provvisoria dell’attività per cinque giorni, dopo aver applicato ben 9 sanzioni amministrative per un totale di 3600 euro. Oltre alle 4 sanzioni per i clienti privi di mascherina, e alle 3 ulteriori per quelli sprovvisti di green pass, 2 sanzioni sono state elevate al titolare dell'attività, che permetteva l’accesso nella sala giochi a persone prive di certificazione verde e di mascherina.

Share