Logo

Match fixing, l'esempio della piattaforma nazionale della Grecia

Buone pratiche della Grecia sotto i riflettori nella sessione di networking online del Kcoos del Consiglio d'Europa per lo scambio di prassi per la lotta al match fixing.

Torna a pieno regime il progetto Keep Crime Out of Sport + (Kcoos+) del Consiglio d'Europa con una ricca varietà di attività in programma fino a dicembre 2021. Queste attività includono l'aggiornamento della Macolin Club House, incontri di facilitazione nazionali e internazionali (con webinar o assistenza tecnica bilaterale), nonché forum di rafforzamento della capacità e della fiducia con una forte prospettiva internazionale e globale.

Fra le iniziative principali campeggia la sessione europea di networking online organizzata pochi giorni fa come seminario tra pari della piattaforma nazionale con contributi delle principali parti interessate.

Per “piattaforma nazionale” s'intende il fulcro nazionale di riferimento descritto nell'articolo 13 della Convenzione sulla manipolazione delle competizioni sportive, dedicato al coordinamento della lotta alla manipolazione della concorrenza a livello nazionale.

 

Le principali parti interessate che si occupano della manipolazione delle competizioni sportive includono le autorità pubbliche (responsabili dello sport, della regolamentazione dei giochi, delle forze dell'ordine e dell'azione penale) nonché enti privati, come gli attori nel campo dello sport e delle scommesse.
 
L'obiettivo della sessione di networking era facilitare lo scambio di informazioni ed esperienze nell'affrontare la manipolazione delle competizioni sportive. Un elemento chiave del formato del workshop peer-to-peer ha consentito la partecipazione interattiva, nonché il contributo dei rappresentanti e dei partner della Piattaforma nazionale, per condividere esperienze sul loro lavoro indispensabile per l'attuazione della Convenzione di Macolin. L'evento online è stato organizzato attorno a due sessioni principali, in particolare sugli esempi di buone pratiche delle piattaforme nazionali e sulla cooperazione tra il pubblico, le parti interessate allo sport e alle scommesse.
 
Tra gli esempi di buone pratiche, i 40 partecipanti provenienti da tutta Europa hanno avuto la possibilità di trarre ispirazione dall'organizzazione della Piattaforma nazionale ellenica Epathla, dalle misure legali francesi per stabilire la giurisdizione, dal funzionamento del Belgian sports fraud team e dal collaborazione delle parti interessate sulle procedure di valutazione del rischio del Regno Unito. La sessione è stata seguita da vivaci discussioni sull'organizzazione, la prevenzione, l'individuazione e la sanzione della manipolazione delle competizioni.
 
La seconda parte dell'evento online ha permesso alle principali parti interessate come le lotterie europee, il sistema di monitoraggio delle lotterie globali, la Uefa e l'operatore di scommesse francese, Fdj, di condividere buoni esempi sui meccanismi di cooperazione. Nel campo della prevenzione, l'azione francese di sensibilizzazione e lo strumento di denuncia delle irregolarità hanno suscitato frutti di riflessione. Nel campo del monitoraggio, sono stati condivisi il Global lottery monitoring system (Glms) e le sue operazioni sul rilevamento di attività di scommesse sospette, nonché l'iniziativa Anti-match-fixing della Uefa che promuove la collaborazione tra le associazioni calcistiche e il pubblico e le parti interessate alle scommesse per stimolare le idee per le piattaforme nazionali in possibili collaborazioni.
 
''La nostra piattaforma nazionale, che significa 'prezzo o premio', con due livelli di coinvolgimento delle principali parti interessate, facilitando l'effettiva attuazione dei principi Macolin, può fornire guida e ispirazione per gli altri nella possibile organizzazione di una piattaforma nazionale”, afferma Georgios Mavrotas, segretario generale dello Sport del ministero della Cultura e dello sport della Repubblica ellenica, presidente di Epathla, che era tra i relatori.
 
La sessione European online networking è stata uno degli eventi "a distanza" atti a facilitare la cooperazione per accelerare l'attuazione dei principi della Convenzione Macolin.
Il 27 ottobre sarà organizzato un webinar congiunto del Cio e del Consiglio d'Europa sul ruolo dei comitati olimpici nazionali all'interno di una piattaforma nazionale e a dicembre è in calendario un webinar congiunto del Glms e del Consiglio d'Europa per rafforzare la collaborazione tra i rappresentanti delle piattaforme nazionali e delle lotterie nazionali per affrontare la manipolazione delle competizioni sportive.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.