Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Contributi a fondo perduto, domande aperte fino al 13 dicembre

  • Scritto da Redazione

Ecco come presentare domanda per i contributi a fondo perduto previsti dai Dl Sostegni e Sostegni Bis anche per le attività di gioco, sul sito dell’Agenzia delle entrate.

Fino al 13 dicembre 2021 è possibile presentare all’Agenzia delle entrate le domande per il contributo a fondo perduto previsto dal decreto Sostegni e dal decreto Sostegni Bis, del quale possono beneficiare anche le attività di gioco.

Il contributo previsto dal decreto Sostegni spetta se l’importo medio mensile del fatturato e dei corrispettivi relativi alle operazioni effettuate nel corso del 2020 è inferiore almeno del 30 percento rispetto all’importo medio mensile del fatturato e dei corrispettivi relativi alle operazioni effettuate nel corso del 2019.

È previsto poi dal decreto Sostegni Bis un contributo alternativo se l’importo medio mensile del fatturato e dei corrispettivi relativi alle operazioni effettuate nel periodo 1° aprile 2019-31 marzo 2020 sia inferiore almeno del 30 percento rispetto all’importo medio mensile del fatturato e dei corrispettivi relativi alle operazioni effettuate nel periodo 1° aprile 2020-31 marzo 2021.

L’ammontare di tale contributo alternativo è corrispondente al valore della differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo 1° aprile 2020-31 marzo 2021 e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo 1° aprile 2019 -31 marzo 2020 applicando percentuali diverse a seconda che abbiano o meno beneficiato del contributo previsto dal decreto Sostegni.
 
Per tale contributo si applicano in particolare le seguenti percentuali: a) 60 percento per i soggetti con ricavi e compensi non superiori a centomila euro; b) 50 percento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a centomila euro e fino a quattrocentomila euro; c) 40 percento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a quattrocentomila euro e fino a 1 milione di euro; d) 30 percento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro; e) 20 percento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro.
 
Viene garantito comunque un contributo minimo per un importo non inferiore a mille euro per le persone fisiche e a duemila euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche. L’importo di ogni singolo contributo riconosciuto non può in ogni caso superare 150.000 euro.
 
Le domande si possono presentare solo in via telematica compilando il modulo disponibile a questo link
 
Share