Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Regole ignorate, a Castelfranco Veneto sanzionate tre sale gioco

  • Scritto da Redazione

La Polizia locale di Castelfranco Veneto (Tv) sanziona tre sale gioco per il mancato rispetto delle norme su limiti orari, vetrine oscurate e licenze.

Vetrine oscurate, apparecchi accesi fuori orario e mancanza della licenza. Sono alcune delle irregolarità riscontrate dagli agenti del reparto polizia amministrativa della Polizia locale di Castelfranco Veneto (Tv) nel corso di una settimana di controlli nelle attività di gioco del territorio, con l’intento di verificare il pieno rispetto della legge regionale n. 38 del 2019 recante “Norme sulla prevenzione del disturbo da gioco d'azzardo patologico”.

Secondo quanto recitano i verbali della Polizia locale almeno in un paio delle sale ispezionate avevano degli oscuranti volti a celare l’attività interna - ed è quindi  stato imposto il rispristino delle condizioni di sorvegliabilità -, in altre invece sono stati trovati giocatori davanti agli apparecchi ancora in funzione al di fuori dell’orario di spegnimento previsto dalla normativa (7-9, 13-15, 18-20).
Un altro locale è risultato non in regola con le licenze.

Per tutti sono arrivare le diffide e una serie di sanzioni comprese fra i 500 e i 6mila euro, prevedendo anche la sospensione della licenza.
 
Pronto il commento del sindaco di Castelfranco Veneto, Stefano Marcon: “Le irregolarità evidenziate riguardano sale slot tanto del centro che della periferia: segno che il mancato rispetto delle regole è generalizzato. La Polizia locale continua ad essere attiva e presente nei controlli sul territorio perché il fenomeno del gioco patologico va prevenuto anche attraverso la repressione di chi infrange le regole. Purtroppo i dati dell’Istituto superiore di sanità dimostrano che il gioco d'azzardo terrestre, cioè nei locali, è diminuito dal 9,9 percento del periodo precedente la pandemia al 2,4 percento del periodo di lockdown, per poi risalire al 8 percento nel periodo di restrizioni parziali. Indice che il fenomeno esiste e persiste con conseguenze pericolose e in qualche caso devastanti per chi ne soffre e i familiari. Il Comune di Castelfranco Veneto continuerà ad intervenire con tutti i mezzi possibili affinché questo triste fenomeno venga contenuto”.
 
Share