Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco, Commissione Ue: 'Facilitare la cooperazione tra i regolatori'

  • Scritto da Sm

Il punto di vista della Commissione Ue sul mercato del gioco, anche italiano.

"Gli Stati membri sono autonomi nel modo in cui organizzano i loro servizi di gioco d'azzardo a condizione che siano rispettate le libertà fondamentali del trattato Ue”. La Commissione europea, interpellata dalla nostra testata per un commento sulla situazione italiana del mercato del gioco – alla luce degli intenti del nuovo Governo sul settore contenuti in parte nel decreto Dignità - torna a ribadire la propria posizione.

 

“La Corte di giustizia dell'Unione europea ha contribuito a chiarire quali restrizioni sui principi del mercato unico possono essere giustificate alla luce degli obiettivi di ordine pubblico, come la tutela dei consumatori e dei minori nel settore del gioco d'azzardo. In linea con questo, la Commissione sta assistendo gli Stati membri nei loro sforzi per combattere il gioco d'azzardo non autorizzato, proteggere i cittadini vulnerabili e prevenire altre attività illecite collegate”.

La raccomandazione del 2014 ha fornito importanti indicazioni su questo argomento, in particolare per quanto riguarda i giochi online. Si può fare di più?
“La raccomandazione sui principi per la tutela dei consumatori e dei giocatori dei servizi di gioco d'azzardo online e per la prevenzione dei minori dal gioco d'azzardo online, adottata nel 2014, incoraggia i paesi dell'Ue a garantire un alto livello di protezione per i consumatori e i minori attraverso l'adozione di principi per servizi di gioco d'azzardo online e per una pubblicità e sponsorizzazione responsabile. Delinea tra l'altro alcune raccomandazioni per quanto riguarda la pubblicità dei servizi di gioco d'azzardo e le informazioni che dovrebbero essere messe in risalto sui siti di gioco d'azzardo degli operatori”.
Inoltre, “la Commissione continua a sostenere gli Stati membri nei loro sforzi per modernizzare i loro quadri giuridici nazionali di gioco d'azzardo online e facilitare la cooperazione tra i regolatori nazionali, ad esempio nel contesto delle notifiche ricevute ai sensi della direttiva (Ue) 2015/1535 e in base all'accordo di cooperazione tra le autorità di regolamentazione di gioco d'azzardo degli Stati membri del See per quanto riguarda i servizi di gioco d'azzardo online del 27 novembre 2015”.

In aggiunta a questo, fonti della Commissione affermano che “le norme dell'Ue in aree come l'antiriciclaggio di denaro si applicano al settore del gioco d'azzardo. Per quanto riguarda la protezione dei consumatori e dei minori, sono importanti anche le iniziative della Commissione volte a far diventare internet più sicuro per i minori, nonché uno studio in corso sulla valutazione degli strumenti normativi per far rispettare le regole del gioco online e convogliare la domanda verso offerte controllate”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.