Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

McArthur (Gambling commission Uk): 'Rendere il gioco più sicuro'

  • Scritto da Redazione

L'Ad della Gambling commission lancia appello all'industria del gioco del Regno Unito per garantire più sicurezza e tutele ai consumatori.

 

"Voglio che i consumatori in Gran Bretagna siano in grado di godere del gioco d'azzardo più equo e sicuro del mondo e per raggiungere i miei obiettivi ho bisogno del tuo sostegno: ho bisogno che tu lavori insieme per assicurarti di essere il migliore - il più bello, più sicuro - operatore di gioco d'azzardo nel mondo”.

 

È il messaggio inviato all'industria britannica del gaming da Neil McArthur, amministratore delegato della Commissione per il gioco d'azzardo del Regno Unito, che oggi, 8 novembre, nel corso della conferenza Raising Standards, ha chiesto agli operatori di collaborare e conoscere meglio i propri clienti per rendere il gioco sempre più sicuro nel Paese.

 

L'evento, tenutosi presso l'International Conference Centre di Birmingham, vede la partecipazione di 170 leader di oltre 100 imprese di gioco, ed è volto a incoraggiare i membri più anziani del settore a prendere provvedimenti per promuovere l'equità e la sicurezza.
 
 
McArthur ha detto ai delegati che voleva che le imprese di gioco giocassero e si concentrassero su tre aree: capire i primi segnali che potrebbero indicare se un cliente sta vivendo o sviluppando problemi, interagire con quei clienti per assicurarsi che possano ricevere supporto e consulenza e ricostruire la fiducia del pubblico cambiando le strategie pubblicitarie.
 
 
"Questa è una chiamata all'azione per unirsi alla corsa verso l'alto", evidenzia l'amministratore delegato della Gambling commission. "Una corsa per mettere i tuoi clienti, il loro divertimento e la loro sicurezza in cima all'agenda delle riunioni di gestione, delle riunioni del consiglio e degli incontri con i tuoi investitori. Una gara per avvicinarsi ai requisiti minimi che imponiamo esattamente come questo: minimi ,non massimi. Una corsa alla ricerca di soluzioni reali per la salute pubblica dei danni legati al gioco d'azzardo".
 
 
La conferenza odierna è stata ascoltata anche da Jeremy Wright, segretario di Stato per il digitale, la cultura, i media e lo sport, e da rappresentanti della Advertising Standards Authority, della Competition and Markets Authority e di Twitter Uk.
 
 
Guy Parker, Chief Executive di Asa, sottolinea: "Le norme esistenti che regolano il contenuto e il targeting della pubblicità sul gioco d'azzardo funzionano in modo efficace, ma c'è preoccupazione pubblica per quanto riguarda i tempi e la quantità. La conferenza della Commissione sul gioco d'azzardo di oggi è una grande opportunità per le aziende di giochi per discutere di come queste preoccupazioni possano essere affrontate".
 
 
George Lusty, Senior Director per la protezione dei consumatori della Cma, afferma: "Abbiamo visto gli operatori del gioco d'azzardo apportare modifiche alle promozioni e alle pratiche di ritiro, e questo è un ottimo inizio, ma è solo un aspetto del raggiungimento della conformità e chiaramente c'è ancora molto da fare dal settore per riconquistare la fiducia dei clienti. I migliori operatori futuri saranno quelli che daranno il buon esempio, quelli che si basano sul lavoro che abbiamo svolto e trattano i loro consumatori in modo equo e responsabile".
 
 
Dara Nasr, Managing Director di Twitter UK, conclude: "Twitter riconosce l'importanza dell'innovazione, conoscendo il cliente e agendo di conseguenza per garantire che siano trattati in modo equo, e credo che una tale posizione servirà anche le altre industrie. Penso che l'evento di oggi sia un ottimo modo per i principali attori del settore del gioco d'azzardo di incontrarsi per trovare nuovi modi per salvaguardare i propri clienti, a vantaggio sia delle loro aziende sia del settore nel suo complesso".
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.