Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Francia, Arjel: 'Cresce il mercato dei giochi online, scommesse a +44%'

  • Scritto da Redazione

Il terzo trimestre del 2019 in Francia segna la crescita del mercato dei giochi online, con le scommesse a fare la parte del leone grazie ad un aumento del 44%.

 

In Francia il prodotto lordo dell'intero mercato dei giochi online è aumentato del 28 percento e ha raggiunto 346 milioni di euro, con le scommesse a fare da traino.

Questo uno dei dati che emerge dalla lettura dell'analisi trimestrale del mercato del gaming a distanza nel Paese transalpino, relativo al terzo trimestre 2019, appena pubblicato dall'Arjel, l'autorità nazionale di regolamentazione.

In particolare, il prodotto lordo dei giochi (Pbj) nel segmento delle scommesse sportive è aumentato nelle proporzioni maggiori (+ 44 percento), raggiungendo un ammontare di 214 milioni di euro e contribuendo al 62 percento del fatturato dell'intero mercato dei giochi online.

Il segmento delle scommesse ippiche è in crescita anche in questo trimestre a un ritmo più misurato.
In effetti, il fatturato del segmento è salito del 5 percento, con un aumento simile a quello del primo semestre. Ammonta a 66 milioni di euro, che corrisponde anche al fatturato del segmento del poker. Quest'ultimo è cresciuto dell'11 percento in questo trimestre grazie alla crescita del numero di giocatori, la più grande sul mercato.
 
 
LE SCOMMESSE SPORTIVE - Il segmento delle scommesse sportive ha generato quasi 1,1 miliardi di euro nelle offerte del terzo trimestre nel 2019. La quantità di emissioni aziendali è aumentata del 9 percento rispetto al terzo trimestre del 2018, una tendenza molto inferiore rispetto a primo semestre (+ 34 percento). Questo rallentamento molto marcato della posta in gioco è principalmente legato al calendario sportivo del trimestre meno attraente rispetto allo scorso anno. In effetti, la Coppa del Mondo Fifa 2018 aveva generato un'importante attività di scommesse che non è stata compensata in questo trimestre.
Contrariamente alle puntate, la media dei giocatori attivi a settimana è in calo dell'1 percento. È quindi aumentato da 553.000 nel terzo trimestre 2018 a 547.000 nel terzo trimestre 2019.
Una tendenza al ribasso in un trimestre di questo indicatore non era stata osservata in questo segmento di giochi dal 2017. Questo calo è essenzialmente legato alla stagionalità delle competizioni, con scommesse che sono state stimolate negli anni pari dalla Coppa del mondo di calcio o dal Campionato europeo di calcio. Mentre un certo numero di scommettitori reclutati durante i Mondiali del 2018 non giocano più, i progressi complessivi degli account dei giocatori attivi (Cja) sono costanti. Hanno raggiunto il + 17 percento nei primi tre trimestri del 2019.
Il fatturato trimestrale dei 13 operatori di scommesse sportive ammonta a 214 milioni di euro, con un + 44 percento. Il prodotto lordo dei giochi del terzo trimestre del 2018, che era già aumentato del 40 percento, era stato influenzato negativamente dai risultati delle partite di Coppa del mondo favorevoli agli scommettitori. Il solo finale della competizione aveva generato una perdita di 36,5 milioni di euro per gli operatori autorizzati.
Il tasso di ritorno ai giocatori (Trj) è stato notevolmente ridotto in questo trimestre, il che genera un significativo divario di crescita tra la progressione delle scommesse e quella del Pbj.
 
 
LE SCOMMESSE IPPICHE - L'attività delle scommesse ippiche online è cresciuta nel terzo trimestre 2019. La posta in gioco sulle corse dei cavalli ammonta a 270 milioni di euro, con un aumento del 7 percento delle scommesse rispetto allo stesso periodo del 2018.
La crescita della posta in gioco nel settore è quindi vicina a quella registrata nel trimestre precedente (+ 8 percento). Il segmento delle scommesse ippiche dovrebbe crescere nel 2019 per il terzo anno consecutivo. Allo stesso tempo, la Pmu (il primo operatore delle scommesse ippiche in Europa, Ndr) registra un aumento dello 0,5 percento delle scommesse sull'attività ippica in Francia nel terzo trimestre del 2019.
La progressione della media dei giocatori attivi è stata costante per diversi trimestri. Continua in questo trimestre ma ad un tasso di 2 punti inferiore alle scommesse (+ 5 percento. La media Cja salta quindi da 132.000 Cja nel terzo trimestre 2018 a 139.000 nel terzo trimestre 2019. La differenza nella progressione tra le puntate e la media Cja riflette una leggera intensificazione del gioco, nonostante un significativo calo dei bonus pagati in l'attività ma anche dalle scommesse pagate ai giocatori.
A seguito dell'aumento della posta in gioco, anche le vendite trimestrali stanno crescendo. Hanno raggiunto 66 milioni di euro, con un fatturato di 3 milioni di euro superiore a quello registrato lo scorso anno nel periodo.
Il mercato delle scommesse ippiche online nel terzo trimestre del 2019 ha un operatore in meno rispetto allo scorso anno, a seguito dell'abrogazione della licenza di corse di cavalli alla società Beturf.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.