Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Giochi e scommesse nel piano di sussidi offerti dal governo inglese

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Nel piano di aiuti alle imprese e ai lavoratori varato dal premier britannico Boris Johnson c'è spazio anche per l'industria del gaming, che ringrazia.

Il gruppo dell'industria del gioco d'azzardo, il Betting and Gaming Council, che rappresenta il 90 percento delle società di gioco del Regno Unito, elogia l'amministrazione Johnson dopo aver dichiarato che i locali di gioco riceveranno un sussidio durante la pandemia di coronavirus in corso.

Bgc aveva precedentemente chiesto l'inclusione delle sale da gioco nel sistema in seguito all'annuncio da parte del governo del piano di contributi per sostenere le imprese nel periodo difficile. Senza la possibilità di generare entrate, aveva spiegato l'organismo di rappresentanza, la maggior parte dell'occupazione nel settore delle scommesse e del gaming in generale - circa 64.000 posti di lavoro - è a rischio.

Michael Dugher, amministratore delegato di Bgc, sostiene che: “Il governo sta chiaramente lavorando giorno e notte per combattere il virus e garantire la protezione di posti di lavoro e aziende in tutto il nostro paese. Oltre all'aiuto sull'occupazione, estendere l'aiuto governativo a tutte le imprese che hanno dovuto chiudere è un altro contributo necessario che aiuterà a proteggere decine di migliaia di posti di lavoro”, spiega il leader, elogiando il lavoro dell'esecutivo. “Il nostro settore farà a sua volta il massimo per aiutare nella lotta contro il virus e fare la nostra parte in questo storico sforzo nazionale, incluso l'offerta di personale e locali per aiutare”, aggiunge.
"Anche se il gioco è notevolmente diminuito con la chiusura dei negozi di scommesse e dei casinò e con la mancanza di sport che rappresenta anche una grande fetta delle scommesse online, in questo momento stiamo anche aumentando le nostre misure di gioco per renderle ancora più sicure".
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.