Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Uk: riaprono i betting shop, ma non saranno più gli stessi

  • Scritto da Lorien Pilling, direttore di Global Betting and Gaming Consultants

Oggi, 4 luglio, in Inghilterra riaprono i negozi di scommesse, chiamati a rispettare nuove norme. Gbgc qui fornisce alcuni suggerimenti per gestori e giocatori. 

I negozi di scommesse del Regno Unito stavano già affrontando una battaglia per la
sopravvivenza molto prima che li colpisse la pandemia di Covid-19. Il loro numero era al livello più basso da quando sono stati legalizzati nel 1961 ed è destinato a diminuire ulteriormente dopo la chiusura forzata e le nuove restrizioni introdotte per i locali retail, che potranno riaprire i battenti da oggi, 4 luglio, in Inghilterra.

La natura dei negozi di scommesse e il servizio che forniscono significano che alcuni faranno fatica a rispettare i requisiti di distanza sociale necessari per riaprire, pur essendo in grado di operare in modo “fattibile” - non arriviamo fino al punto di dire "redditizio": alcuni negozi di scommesse sono unità molto piccole. Applicare misure di distanziamento sociale significherà che solo una manciata di clienti potrà essere realisticamente ammessa.


Nella maggior parte dei negozi retail i clienti di solito completano l'acquisto e poi se ne vanno.
Nei negozi di scommesse i clienti piazzano una scommessa (effettuano un acquisto) e spesso rimangono nel negozio per assistere a una gara. Questa abitudine di indugiare nei negozi di scommesse per periodi prolungati non è compatibile con il nuovo mondo consapevole del Covid.
Alcune attività del negozio di scommesse sono sensibili al tempo, basate sul programma di eventi dal vivo, ad esempio le corse di cavalli. Questo non si trova in altre attività retail.
Per avere la possibilità di riaprire, i negozi di scommesse dovranno apportare cambiamenti radicali al loro funzionamento.
 
Gbgc qui fornisce alcuni suggerimenti su un nuovo modello operativo basato su un negozio che possa ospitare cinque clienti: "stazioni" di scommesse - allestite con chiare partizioni in Perspex e una distanza adeguata tra ognuna, una stazione sarà composta da una sedia, un tavolino, foglietti per le scommesse, penne, mascherina facciale usa e getta e una bottiglia di disinfettante per le mani.
Clienti: a un cliente verrà assegnata una specifica stazione di scommesse e gli sarà
richiesto di utilizzare la mascherina facciale.
Regole di ingresso: ai clienti sarà richiesto di piazzare una scommessa su ogni corsa di cavalli del Regno Unito programmata; per mantenere il proprio posto nel negozio, il cliente deve selezionare il vincitore della gara; un cliente può scommettere su più di un cavallo per corsa; se un cliente non scommette sul vincitore deve lasciare il negozio e può entrare un nuovo cliente che stava aspettando in una coda distanziata di fuori; il cliente espulso può unirsi alla coda e attendere di rientrare. Se non ci sono code in attesa, può rientrare immediatamente.
Piazzare scommesse: le scommesse possono essere piazzate al banco o tramite terminali di scommesse self-service (Ssbt), a seconda dello spazio disponibile. Sarà incoraggiato l'uso della carta di debito per ridurre al minimo la gestione del contante.
Immunità vincente dall'espulsione: insieme, se tutti i clienti - in questo esempio, cinque - scelgono il vincitore di una gara specifica, tutti e cinque ottengono l'immunità dall'espulsione per la gara successiva. Ciò significa che per la prossima gara non devono trovare il vincitore per rimanere nel negozio.
Macchine da gioco: le vincite o le perdite sulle macchine da gioco non influenzano l'immunità dall'espulsione. Ma se un cliente centra il jackpot in una slot vincerà l'immunità per il resto della giornata. Quel cliente può rimanere nel negozio per tutto il tempo che desidera ed è immune dall'espulsione. Se esce dal negozio, tuttavia, il suo status privilegiato termina.
Altri sport: le scommesse su altri sport non influenzano l'immunità. I clienti possono scommettere come desiderano.
Igiene delle mani: anche una buona igiene delle mani può far ottenere l'immunità dei clienti dall'espulsione.
Ci sarà una campana posta dietro la scrivania della cassa. A intervalli casuali la campana verrà suonata dal manager o dal cassiere.
Il primo cliente ad applicare il gel dal flacone di disinfettante per le mani assegnato riceverà l'immunità dall'espulsione per la gara successiva. La decisione del gestore è definitiva.
 
Una simile impostazione presenta diversi vantaggi: consente ai negozi di scommesse di riaprire nel nuovo panorama retail del Covid-19; fornisce un ambiente sicuro in cui i clienti possono scommettere e il personale lavorare; incoraggia le scommesse sull'ippica del Regno Unito. Questo è positivo per il tributo che versa e che avrà subito un colpo nel 2020 a causa della cancellazione delle corse.
Inoltre, offre ai clienti un incentivo a scegliere con cura le loro selezioni di corse perché i vincitori sono fondamentali per rimanere nel negozio; offre un incentivo a giocare con le macchine perché una vincita del jackpot dà l'immunità quotidiana dall'espulsione. 
Promuove buoni informatori: tutti gli informatori nei media che possono trovare
costantemente vincite saranno richiesti perché se i clienti ottengono vincite, rimangono nel negozio.
Incoraggia la civiltà nel personale del negozio di scommesse e che ha il controllo della
campana dell'igiene. Questo dà a esso una misura di potere sul cliente perché vincere la gara per applicare il gel per le mani dà un'immunità temporanea dall'espulsione.
 
La reazione immediata di molti lettori a queste idee sarà che non sono realizzabili, indesiderate e improbabili. Può darsi. Ma sono anche inevitabili. Mentre le proposte presentate qui da Gbgc potrebbero non essere le uniche, o le migliori, soluzioni, tali idee saranno necessarie - almeno nell'immediato futuro - se i negozi di scommesse desiderano sopravvivere.
 
I responsabili dei retail sostengono già che i clienti "non potranno mai fare acquisti allo stesso modo". Steve Rowe, Ceo di Marks e Spencer, ritiene che "mentre alcune abitudini dei clienti torneranno alla normalità, altre sono cambiate per sempre".
Il lockdown per la pandemia ha anche accelerato le tendenze e le abitudini che si stavano già registrando, più ovviamente l'uso degli acquisti online.
Naturalmente i clienti potrebbero non accettare le nuove regole dell'ambiente del negozio di scommesse e stare alla larga. Ma questo risultato non aggiunge alcun reale rischio aggiuntivo alla terribile situazione in cui si trovano i negozi di scommesse del Regno Unito. 
I clienti possono già fare tutto ciò che offre un negozio di scommesse sul proprio telefono cellulare o computer. Nel Regno Unito la tendenza a uno spostamento verso il gioco d'azzardo in Internet è già stabilita. Il lockdown nella prima metà del 2020 non farà che aumentare il cambiamento nel comportamento delle scommesse.
La ristretta situazione del retail potrebbe persistere fino a quando non saranno disponibili test di massa e sarà stato sviluppato con successo un vaccino per il Covid-19. I tempi per questo potrebbero facilmente essere 18 mesi, se non del tutto. Non molti negozi di scommesse sopravviverebbero alla chiusura o alla riduzione di gioco e clientela per così tanto tempo.
Il settore delle scommesse deve accettare molto rapidamente che le cose sono cambiate.
Dovrà applicare alcune soluzioni pensando ai suoi sbocchi se vogliono rimanere rilevanti.
Come realizza Dorothy ne “Il mago di Oz” dopo che il tornado porta via la sua casa - "Ho la sensazione che non siamo più nel Kansas".
 
 
Share