Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Svezia: la commissione per l'uguaglianza indica le azioni per il gioco online

  • Scritto da Gt

La commissione per l'uguglianza del Ministero delle Finanze svedese ha raccomandato una serie di azioni per la gestione del gioco online. 

Gioco d’azzardo online limitato in fasce orarie, limiti di deposito tramite un portale nazionale e le pubblicità di gambling dovranno contenere un avvertimento. Sono i risultati del nuovo rapporto della Commissione per l'uguaglianza del paese (Jämlikhetskommissionen).

Le raccomandazioni sono state formulate in un rapporto “volto ad aumentare l'uguaglianza economica a lungo termine e ad aumentare le opportunità di mobilità sociale” della Commissione, che fa parte del Ministero delle Finanze.

Si continua ad insistere sui limiti e su una certa vocazione monopolistica e nazionalistica che ha sempre caratterizzato l’approccio statale svedese al gioco in generale.

In ogni caso, secondo la commissione, dovrebbe essere creato un portale nazionale per far rispettare i limiti di deposito in tutto il mercato regolamentato, mentre gli annunci di gioco d'azzardo dovrebbero contenere un avvertimento,

Tutto ciò nonostante i dati siano comunque abbordabilissimi visto che solo circa il 2% della popolazione svedese soffre di dipendenza dal gioco, lo 0,4% dei quali è classificato come "grave dipendenza". Inoltre, ha aggiunto, un piccolo numero di giocatori rappresenta la maggior parte della spesa, rappresentando il 50% del fatturato di gioco nel 2017. Le donne avevano maggiori probabilità di mostrare segni di dipendenza rispetto agli uomini.

La Commissione ha aggiunto che mentre in Svezia non è stato stabilito "nessun semplice collegamento" tra reddito e gioco d'azzardo problematico. Tuttavia, ha aggiunto, i lavoratori a basso reddito tendono ad essere “più vulnerabili” a causa della mancanza di reddito disponibile, nonostante il gioco d'azzardo in media sia inferiore rispetto a chi guadagna più alto.

Il gioco d'azzardo online e in particolare i casinò online, ha detto, erano i verticali che più probabilmente avrebbero portato a problemi di gioco.

Tuttavia, il rapporto ha messo in guardia contro una regolamentazione troppo rigida, che a suo avviso potrebbe creare problemi di canalizzazione.

“Allo stesso modo della politica sull'alcol, la politica deve concentrarsi sulla prevenzione degli abusi attraverso sforzi equilibrati piuttosto che limitare tutti i giochi d'azzardo. Restrizioni eccessive o tasse elevate possono portare a una maggiore quota di gioco d'azzardo non regolamentato ". Spiega la Jämlikhetskommissionen che ha comunque raccomandato che il gioco d'azzardo abbia "orari di apertura limitati". Sebbene non affermasse quali dovrebbero essere questi orari, offrendo invece che un'ulteriore indagine dovrebbe creare una "proposta più concreta", ha affermato che gran parte del gioco d'azzardo si svolge il venerdì e il sabato.

Il rapporto afferma anche che i limiti di stake possono essere uno strumento importante per affrontare la dipendenza offrendo una pausa, ma attualmente sono limitati in quanto si applicano solo ai singoli operatori. Una piattaforma di monitoraggio nazionale per l'intero mercato regolamentato, attraverso la quale potrebbe essere monitorata l'attività dei giocatori in tutti i licenziatari, sarebbe più efficace.

Attraverso questo portale, i giocatori avrebbero impostato un deposito massimo per 24 ore, che non poteva essere superato.

"Quando viene raggiunto questo importo massimo specificato su base giornaliera, il giocatore non dovrebbe essere in grado di continuare a giocare", ha detto la Jämlikhetskommissionen. Ancora una volta, ha affermato che sarebbe necessaria un'ulteriore indagine per creare una proposta più concreta su come funzionerebbe la piattaforma. Una contraddizione in termini perché qualsiasi limitazione, se eccessiva, rischia di far spostare rapidamente i players sul mercato illegale.

La Commissione ha anche affermato che potrebbero esserci "ragioni per discutere" un limite di deposito annuale come quello in Norvegia, ma non lo ha incluso nel suo elenco di raccomandazioni.

Purtroppo la pubblicità è un settore in cui potrebbero essere necessarie ulteriori restrizioni.

"Coloro che rispondono maggiormente alla pubblicità hanno un alto livello di consumo guidato dagli impulsi, sia nel gioco d'azzardo che altrove", ha affermato la Commissione. "Questo rischia di portare a un consumo eccessivo, problemi con il gioco d'azzardo, abuso del gioco d'azzardo o spostamento della spesa necessaria".

Il rapporto suggerisce che i messaggi di avvertimento, simili a quelli visualizzati sui prodotti del tabacco, dovrebbero essere inclusi nei messaggi di marketing del gioco d'azzardo. I messaggi suggeriti includevano "La maggior parte delle persone che giocano perdono soldi"; "La dipendenza dal gioco aumenta il rischio di suicidio" e "I figli di genitori dipendenti dal gioco d'azzardo rischiano un brutto inizio di vita".

Sebbene abbia affermato che l'effetto di ciò dovrebbe essere in gran parte positivo e che la legge dovrebbe essere facile da applicare se messa in atto, la Commissione ha osservato che "potrebbe portare a perdite di entrate".
Il rapporto indica anche l’introduzione eventuale di una sorta di “tassa di scopo”: il governo svedese dovrebbe dare un "contributo mirato" al municipio e i governi locali per aiutarli a creare migliori strutture di trattamento.
La Commissione ha osservato che la legislazione recente come la legge sull'assistenza sanitaria e la legge sui servizi sociali ha attribuito gran parte della responsabilità per il trattamento del gioco d'azzardo problematico al governo locale, ma "nessuna nuova risorsa è stata trasferita ai comuni e alle regioni per far fronte a questa nuova responsabilità".

 

Share