Logo

Regno Unito: il gioco riapre, ecco le linee guida di Bacta

L'associazione Bacta pubblica le linee guida per i Fec - Family entertainment center e per gli Agc - Adult gaming center che riapriranno dal 17 maggio.

Il mondo dell'intrattenimento si prepara alla riapertura nel Regno Unito a partire dal 17 maggio, dopo la decisione del Governo di porre fine al lockdown, pur mantendendo alcune restrizioni per le attività.
In vista di questa data, Bacta, l'associazione di categoria per l'industria delle macchine da gioco e del divertimento, ha pubblicato le linee guida per i Fec - Family entertainment center e per gli Agc - Adult gaming center di Inghilterra, Scozia e Galles.
Ecco, nel dettaglio, quali sono.

LE REGOLE - Innanzitutto, il principio fondamentale da applicare è "ridurre al minimo la potenziale infezione attraverso l'allontanamento sociale e solidi protocolli di igiene", senza dimenticare una "certa flessibilità poiché non tutte le sedi sono uguali", fatto che comporta "linee guida ampie e soggette a valutazioni dei rischi individuali da parte dei singoli operatori e sedi".
Vanno comunque mantenute le regole di allontanamento sociale vigenti. Queste, in Inghilterra richiedono 2 metri "o, se non è possibile, la distanza richiesta è di 1 metro più ulteriori misure di mitigazione per ridurre il rischio di trasmissione, ad esempio assicurandosi che le persone non stiano giocando faccia a faccia o che in ufficio le postazioni di lavoro non vedano gli impiegati uno di fronte all'altro". Al fine di garantire che le imprese e i servizi locali siano in grado di rimanere aperti, si legge nelle line guida pubblicate da Bacta, "imporremo che le organizzazioni nei settori designati debbano: raccogliere nome e dettagli di contatto di tutti i clienti di età pari o superiore a 16 anni; tenere un registro di tutto il personale che lavora nei locali e degli orari dei turni in un dato giorno e dei loro dettagli di contatto; conservare i registri di clienti, visitatori e personale per 21 giorni e fornire i dati al National health service Test and Trace, se richiesto; visualizzare un poster con codice QR ufficiale del Nhs, in modo che i clienti e i visitatori possano 'effettuare il check-in' utilizzando questa opzione in alternativa alla fornitura dei propri dettagli di contatto; aderire al Regolamento generale sulla protezione dei dati e al Data Protection Act 2018".
In particolare, per i Fec si raccomanda il controllo dei minori da parte dei genitori, una buona igiene delle mani (utilizzando i dispenser posizionati nella location), rispettare le distanze consigliate nei locali - grazie ad un'apposita segnaletica. Dal canto loro, i gestori dovranno spiegare le modalità di controllo dei limiti di capacità dato che molti Fec avranno più punti di ingresso e di uscita, favorire un naturale distanziamento sociale, ove possibile, con configurazioni alternative degli apparecchi, divisori in plexiglas o simili, oltre a limitare il numero degli ingressi.
"Il personale (sempre munito di dispositivi di protezione individuale e guanti) all'ingresso deve identificare i gruppi familiari o di conviventi e richiedere i dettagli di contatto per il servizio nazionale di test e tracciabilità" e "sulle macchine multigiocatore inibire, ove possibile, il gioco da parte di persone che non sono membri della stessa famiglia o gruppo sociale", assicurando inoltre la pulizia regolare di tutte le macchine".
In aggiunta, "i livelli sonori sulle macchine dovrebbero essere ridotti per consentire una normale conversazione (gridare o parlare ad alta voce aumenta il rischio di diffusione del virus da parte di una persona infetta)" e "l'utilizzo dei servizi igienici da parte dei clienti dovrebbe essere limitato a una persona alla volta o ai membri di un unico gruppo familiare o di conviventi".
Altrettanto importante è separare i punti vendita o le reception dai clienti con uno schermo in plexiglas o simile e formare il personale sui protocolli di sicurezza Covid-19.
Se i Fec sono collocati insieme ad altri divertimenti per il tempo libero o durante le vacanze, ad esempio piste da bowling o villaggi turistici, questi protocolli dovranno essere adattati per supportare il proprietario del locale.
Le regole sono praticamente le stesse per gli Agc - i centri di gioco per adulti - con l'obbligo di fornire "una segnaletica chiara ai clienti e al personale per promuovere l'allontanamento sociale ed igienizzante per le mani", distanziare gli apparecchi o apporre divisori in plexiglas o simili, autorizzare uno o due giocatori (se si può mantenere il distanziamento) per le macchine multi-giocatore, "limitare e monitorare i clienti", richiedere "i dettagli di contatto per il servizio di tracciabilità e rintracciabilità del Nhs", garantire "la pulizia periodica, con prodotto idoneo, di tutte le macchine", limitare ad una persona alla volta "l'utilizzo dei servizi da parte dei clienti".
Quanto alla Scozia, l'unica norma in elenco in più sembra essere l'obbligo di coprire il viso all'interno dei locali.
 
Tutti i membri di Bacta sono comunque tenuti a consultare le linee guida governative sul funzionamento sicuro della propria attività, in particolare quelle destinate al settore turistico e ricettivo ed al retail, nonché quelle delle rispettive nazioni di appartenza.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.