Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sorgiovanni (M5S Crotone): 'In arrivo regolamento comunale sul gioco'

  • Scritto da Redazione

Il consigliere Ilario Sorgiovanni (M5S Crotone) illustra i contenuti del regolamento comunale sul gioco approvato dalla commissione Sanità.

Un massimo di 8 ore di funzionamento giornaliere per gli apparecchi da gioco, stabilendo il limite massimo delle ore 22 per le sale gioco, le sale scommesse ed i circoli privati, e l'applicazione di un distanziometro di 500 metri.

Lo prevede il futuro “Regolamento per l’esercizio del gioco lecito” di Crotone, appena approvato dalla commissione consiliare Sanità con voto unanime, secondo quanto riferisce in una nota Ilario Sorgiovanni, rappresentante locale del Movimento 5 stelle.

 

“È dall’inizio di questa consiliatura (estate 2016), ancor prima che fosse emanata la legge regionale 9/2018 'Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della ‘Ndrangheta e per la promozione della legalità, dell’economia responsabile e della trasparenza’', che il M5s sollecita la terza commissione ad occuparsi di questo delicato problema. A questo riguardo il M5s di Crotone ha depositato, il 26 maggio 2017, una petizione popolare sottoscritta da 330 cittadini per il 'contrasto all’azzardopatia', che non ha ricevuto alcuna risposta dal sindaco”, ricorda il consigliere.
 
 
Sorgiovanni poi illustra nel dettaglio i contenuti del provvedimento. “Il regolamento licenziato dalla terza commissione, che recepisce l’art.16 della L.R. 9/2018, nello specifico disciplina gli orari di funzionamento delle macchinette da gioco slot-new slot e Vlt, stabilendo un massimo di 8 ore di funzionamento giornaliere e fissa a 500 metri la distanza minima dai luoghi sensibili dei locali al cui interno sono collocati apparecchi per il gioco di cui all’articolo 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931. Nella L.R, inoltre, sono previste ulteriori misure obbligatorie di prevenzione e formazione per gli esercenti. Il regolamento disciplina anche gli orari di chiusura, stabilendo il limite massimo delle ore 22 per le sale gioco, le sale scommesse ed i circoli privati, in cui sono presenti o comunque accessibili le forme di gioco a rischio di sviluppare dipendenza, mentre per le rivendite di generi di monopolio, ove siano installati apparecchi di cui all’articolo 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931, il limite massimo delle ore 20”.
 
 
“Devo riconoscere il contributo fornito dal presidente De Franco e dai colleghi della terza commissione che, dopo qualche esitazione iniziale, hanno collaborato fattivamente alla stesura del suddetto regolamento nella cui approvazione in breve tempo da parte del consiglio comunale si confida. Finalmente il lavoro profuso in una delle commissioni permanenti potrà essere capitalizzato e potrà fornire un contributo utile alla sicurezza ed alla salute dei cittadini”, conclude Sorgiovanni.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.