Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Giacenza conto gioco non restituita, Cassazione: 'Adm responsabile'

  • Scritto da Fm

La Cassazione accoglie ricorso che chiede ai Monopoli di Stato di versare giacenza di un conto di gioco online non restituita dal concessionario.

 

"L'inserimento del concessionario dell'attività di organizzazione e di esercizio di giuochi
di abilità e concorsi pronostici nell'apparato organizzativo della pubblica amministrazione comporta che dei danni arrecati dal fatto illecito del concessionario medesimo risponda l'autorità ministeriale concedente, titolare del potere di vigilanza e controllo".


È quanto si legge nella sentenza con cui la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso presentato da ministero dell'Economia e delle Finanze e Agenzia delle dogane e dei monopoli contro un uomo che dopo aver aperto un conto di gioco online con una società titolare di una regolare concessione, non ottenendo la restituzione di
13mila in giacenza sul conto, aveva chiesto ed ottenuto un decreto ingiuntivo per il pagamento della somma.

 

Intimato invano il precetto, l'uomo aveva chiesto ai Monopoli di Stato di "escutere la polizza fideiussoria bancaria rilasciata in favore della concessionaria in base all'art. 13 della convenzione di concessione, ma la garanzia era stata integralmente escussa dall'Amministrazione ad estinzione (parziale) del debito d'imposta", si legge nella sentenza.
 
 
Il ricorrente, a titolo di responsabilità contrattuale e/o ai sensi dell'art. 2049 cod. civ., aveva chiesto anche "la condanna della parte convenuta al pagamento della somma di 15.586,63 euro ed in ogni caso al pagamento della somma di 10mila euro a titolo di danno non patrimoniale" ma Adm aveva eccepito "il difetto di giurisdizione e chiedendo comunque il rigetto della domanda".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.