Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Bizzotto (Enf): 'Commissione Ue limiti applicazioni gioco per minori'

  • Scritto da Sm

Mara Bizzotto (Enf) chiede alla Commissione Ue misure per contrastare la diffusione delle applicazioni di gioco per i minori.

Nuova interrogazione in Commissione europea sul gioco. A presentarla è Mara Bizzotto (Enf) la quale chiede se la commissione è "a conoscenza del problema della diffusione del gioco d'azzardo tra i minorenni? Quali misure intende porre in essere per contrastare la diffusione delle applicazioni di gioco d'azzardo per bambini e giovanissimi?".

 

Secondo recenti statistiche "elaborate dall'Istituto Bambino Gesù per la Salute del bambino e dell'adolescente su dati dell'Osservatorio europeo sulle droghe, Doxa, Istat, Nomisma e Unipol, tra le dipendenze giovanili è in pericoloso aumento il gioco d'azzardo. Nel 2017 il 49 percento dei giovani italiani tra i 14 e i 19 anni ha giocato al lotto almeno una volta, il 20 percento dei giovanissimi tra i 10 e i 17 anni ha frequentato le sale scommesse e il 25 percento dei bambini tra i 7 e i 9 anni ha acquistato i tagliandi gratta e vinci. Inoltre, sono in allarmante aumento le applicazioni per telefoni cellulari e tablet che offrono centinaia di giochi d'azzardo, scaricabili gratuitamente, anche nella versione per bambini con immagini e format accattivanti. Sempre più minorenni utilizzano quotidianamente telefoni cellulari e tablet da cui possono accedere alle applicazioni di gioco d'azzardo; tra i giovanissimi è altissimo il rischio di sviluppare dipendenza dal gioco d'azzardo e la ludopatia è una patologia che causa gravi problemi sociali e affettivi".
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.