Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Calabria, Bova: 'Testo legalità, approvare subito o si perdono fondi'

  • Scritto da Fm

Arturo Bova, presidente commissione contro la 'Ndrangheta del Consiglio della Calabria, chiede di approvare al più presto legge su legalità e norme sul gioco.

 

"La mancata approvazione della legge potrebbe vanificare l’operatività dei tre protocolli ministeriali sottoscritti, con la conseguente perdita di risorse finanziarie. Considerata l’assenza di copertura finanziaria, su richiesta del dipartimento bilancio, è stato formulato un emendamento all’articolo 19 finalizzato ad eliminare nella rubrica il periodo 'Agevolazioni ed esenzioni tributarie'; con riferimento a quest’ultimo, si auspica di poter reperire, a breve, le necessarie risorse finanziarie".

 

Lo sottolinea il consigliere Arturo Bova (Democratici Progressisti), presidente della commissione contro la 'Ndrangheta del Consiglio regionale della Calabria durante la discussione nella commissione Affari istituzionali e affari generali della proposta di legge “Interventi regionali per la prevenzione ed il contrasto della criminalità organizzata e per la promozione di una cultura della legalità e dell'economia responsabile” tenutasi oggi, 20 marzo. Il testo nel suo complesso è stato approvato per come emendato con autorizzazione al coordinamento formale.
 

Sempre nella giornata di oggi la proposta è stata messa all'attenzione della commissione contro la 'Ndrangheta dove il consigliere Bova ha riferito che è stata esaminata "in prima Commissione e che alcune ulteriori modifiche da apportare al progetto di legge saranno discusse direttamente in seduta di Consiglio regionale".
 

L'ARTICOLO SUL GIOCO - Nell'articolo 19 la proposta di legge prevede per i Comuni la facoltà di limitare l'apertura delle sale da gioco e scommesse e di tutti i locali pubblici con offerta di gioco per otto ore giornaliere, e non oltre le ore 22.
Poi un piano integrato per il contrasto e la prevenzione del Gap, l'emanazione del logo "No Slot" per chi sceglie di non installare o disinstallare apparecchi da gioco, la formazione obbligatoria per i gestori e il personale delle sale, il supporto amministrativo ai Comuni in caso di avvio di azioni legali collegate al gioco, il divieto di pubblicità, anche sui mezzi di trasporto pubblico locale e regionale. In coerenza con le finalità ed i principi della presente legge, la Regione Calabria non concede il proprio patrocinio per gli eventi che ospitano o pubblicizzano attività di gioco.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.