Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Comune Martinsicuro: 'Impegno a 360° contro il Gap'

  • Scritto da Redazione

Il consiglio comunale di Martinsicuro (Te) approva mozione per la promozione di iniziative contro il Gap e organizza l'incontro 'L’azzardo non è un gioco'.

Aderire al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo, predisporre progetti per l’informazione e il contrasto al Gap per ottenere i finanziamenti regionali stanziati proprio per tali finalità, studiare dei meccanismi disincentivanti, o premiali per chi svolge attività No slot. 

Lo prevede la mozione approvata all'unanimità dal consiglio comunale di Martinsicuro (Te) nella seduta di ieri, 29 novembre, presentata dai consiglieri dei gruppi Si Cambia e Partito democratico.

 

L'AZZARDO NON È UN GIOCO - Venerdì 30 novembre a partire dalle ore 21, la sala consiliare del Comune di Martinsicuro ospiterà l’incontro “L’azzardo non è un gioco” organizzato dall'amministrazione della città abruzzese in collaborazione con Laboratorio urbano 2018.


“L’aumento esponenziale delle problematiche correlate al Gap ci hanno spinto a proporre un momento di confronto, di dibattito e di riflessione su questo tema” dichiarano il sindaco Massimo Vagnoni, ed il consigliere delegato allo Sport, Alessandro Casmirri. “A tal proposito l’obiettivo del convegno è aumentare le conoscenze e la consapevolezza sul territorio rispetto ai disturbi provocati dal gioco d’azzardo, affinando contestualmente gli strumenti di valutazione ed illustrando i possibili interventi per la gestione di queste situazioni anche attraverso il coinvolgimento dei familiari e della comunità tutta. Dopo il successo del primo appuntamento che ha riguardato gli aspetti nutrizionali e motivazionali dello sport stavolta ci concentriamo su questa odiosa dipendenza con la finalità di coinvolgere la politica nell’esatta valutazione dell’impatto sociale del gioco d’azzardo sul nostro territorio e di far conoscere gli interventi socio-sanitari strutturati ed integrati tra Asl e privato-sociale puntando ad informare i più giovani sui rischi che corrono”.
Relatori dell’incontro saranno Giuseppe Riccio, dirigente medico della Asl di Teramo presso il Csm “Val Vibrata”; Sara Santomo, psicoterapeuta del centro diurno Csm “Val Vibrata” della Asl di Teramo e Paolo Santori, economista e dottorando in Scienze ed economia civile.
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.