Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Manovra 2020, segnalato emendamento Mirabelli sul gioco

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Tra gli emendamenti segnalati dai gruppi al disegno di legge di bilancio figura quello a firma di Mirabelli (Pd) sul gioco.

 

Da 4.500 a 700. Sono stati falcidiati dalla procedura di segnalazione, gli emendamenti al disegno di legge di bilancio 2020-2022 presentati alla quinta commissione Bilancio del Senato. E la segnalazione ha portato a far decadere (nel senso che non saranno esaminati) tantissimi emendamenti che si riferivano agli articoli 92 (concessioni apparecchi) e 93 (tassazione vincite).

Non ce ne sono infatti di Fratelli d'Italia, che pure li aveva presentati, e neanche del Movimento 5 Stelle. Resta invece in campo un emendamento di Forza Italia e quello a firma del senatore del Pd Franco Mirabelli.

Si riferisce all'articolo 93 e chiede che "la tassa sulle vincite alle Vlt sia pari all'1,9 percento dal 1° maggio 2020 e 1,3 per cento dal 1° gennaio 2021, per la vincita o parte di essa fino a 125 euro", e non più 500 euro; e che sia pari al "15 per cento, dal 1° maggio 2020, per la parte della vincita eccedente i 125 euro" e non più 500. Lo stesso emendamento prevede anche la riduzione del payout.

Ecco il testo integrale:
"Al comma 1, apportare le seguenti modificazioni:
1) alla lettera a), sostituire le parole:<< 500 euro>> con le seguenti:<< 125 euro>>;
2) alla lettera b), sostituire le parole:<< euro 500>> con le seguenti:<< euro 125>>.
Conseguentemente, dopo il comma 1, aggiungere il seguente: << 1-bis. A decorrere dal 10 febbraio 2020: a) la misura del prelievo erariale unico sugli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, lettera a) e lettera b), del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, è fissata, rispettivamente, nel 23 per cento e nel 7,93 per cento; b) la percentuale delle somme giocate destinata alle vincite (pay-out) è fissata in misura non inferiore al 65 per cento per gli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, lettera a), del testo unico di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773>>".

 

Share