Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

De Bertoldi (FdI): 'Alzare le tasse al gioco non riduce il Gap'

  • Scritto da Ca

Il senatore Andrea De Bertoldi (FdI) all'evento di Acadi auspica riduzione della tassazione sul gioco pubblico ed evidenzia che non serve a ridurre il Gap.

 

Roma - "Il prelievo erariale deve avere senso altrimenti non solo non produce nulla, ma riduce anche la produzione fiscale. Già l’anno scorso l’ex ministro Tria ci disse che l’aumento del Preu non avrebbe prodotto quello che era nelle previsioni. Siamo tutti d’accordo che la ludopatia vada combattuta, così come il gioco illegale, ma alzare continuamente le tasse non è la soluzione".

 

Lo sottolinea Andrea De Bertoldi, senatore nelle file di Fratelli d'Italia, nel corso dell'evento di presentazione del “Primo rapporto sul gioco pubblico” promosso da Acadi, oggi, 28 novembre, a Roma.

 

"Il Pil e il fatturato possono crescere solo se si riduce la leva fiscale. Oltretutto, il gioco legale sta diventando sempre più sconveniente. Concordo sulla certezza delle regole e soprattutto del futuro della tassazione del settore. Al Preu si aggiungono anche altre tasse che lasciano intendere come in realtà si voglia solo 'fare cassa' danneggiando anche i più piccoli esercenti. È fondamentale capire che questi continui aumenti poi non faranno comunque quadrare i conti", conclude De Bertoldi.

 
Share