Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Castaldo (Microgame): ‘Nuova fase di mercato, strategica rete fisica’

  • Scritto da Ac

Marco Castaldo, Ad di Microgame, al panel di GiocoNews.it al Sigma di Malta evidenzia che i punti di vendita a terra sono meno compromessi dal divieto di pubblicità al gioco.

Ta’Qali, Malta - “Il divieto di pubblicità del gioco, che è figlio di una cattiva politica e di un approccio sbagliato al settore, è comunque da considerare come un’inevitabile conseguenza della spregiudicatezza degli operatori che hanno condotto campagne di comunicazione troppo frequenti ed eccessivamente aggressive che hanno finito per urtare determinate sensibilità”.

È il parere di Marco Castaldo, amministratore delegato di Microgame, intervenuto al panel di GiocoNews.it all’interno della fiera Sigma di Malta dedicato al divieto di pubblicità.

 

“Quello che c’è di positivo, tuttavia, è che il mercato dell’online gaming comunque ha mantenuto il suo trend di crescita confermando il comparto italiano come una terra comunque di grandi opportunità”, prosegue Castaldo. 

Il divieto di pubblicità non ha quindi compromesso il business anche se lo ha senz’altro cambiato. “Quello che abbiamo di fronte oggi è un nuovo mercato con nuove regole in termini di marketing e comunicazione e all’interno del quale assume un ruolo altamente strategico la rete fisica, con i punti di vendita a terra che risultano meno compromessi dal divieto e diventano fondamentali in ottica di affiliazioni”.
 
Share