Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Conte: 'Blocco licenziamenti fino a fine marzo, Cig gratis per le aziende'

  • Scritto da Fm

In attesa del nuovo Dpcm anti-Covid, il premier Conte si confronta con i sindacati e annuncia proroga per blocco dei licenziamenti e Cig gratuita per i datori di lavoro.

Il Governo vive ore febbrili man mano che la curva dei contagi sale, avvicinandosi inesorabilmente verso quello "Scenario 4" che portebbe il Paese verso un nuovo lockdown, non si sa quanto "morbido" come annunciato.

Ma intanto, dopo il decreto Ristori che assicura contributi a fondo perduto alle attività colpite dalle pesanti restrizioni del Dpcm della scorsa settimana (pari al 200 percento per le sale gioco), dal premier Giuseppe Conte arrivano nuovi segnali di attenzione verso il mondo del lavoro.

Ieri, 30 ottobre, dopo l'incontro con i sindacati, il presidente del Consiglio ha infatti annunciato l'intenzione di prorogare il blocco dei licenziamenti fino alla fine di marzo, assicurando che la cassa integrazione Covid sarà gratuita per i datori di lavoro.

"Stiamo vivendo una situazione complessa, con tanta preoccupazione e sofferenza. Per questo il governo ritiene di dover fare uno sforzo finanziario ulteriore e dare un messaggio a tutto il mondo lavorativo di certezza e sicurezza", spiega Conte.


Soddisfatti i rappresentanti sindacali, a cominciare dal segretario generale della Cgil, Maurizio Landini: "Abbiamo fatto un buon lavoro insieme. Avevamo bisogno di dare un messaggio e lo abbiamo dato".
Gli fa eco la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, secondo la quale "la decisione assunta del Governo consente di dare sicuramente un minimo di serenità alla nostra gente. Va dato atto al presidente del Consiglio, che ringraziamo, di avere compreso le ragioni e le preoccupazioni espresse in queste giornate dal sindacato. Il fatto di uscire con una intesa ci consente di affrontare le giornate complicate per il Paese e nei luoghi di lavoro con uno spirito positivo. È un passo avanti fondamentale, ci contavamo tanto. La soluzione trovata ci offre un respiro lungo e rasserena tante persone che noi rappresentiamo e ci consente di lavorare alacremente per cambiare gli strumenti degli ammortizzatori e delle politiche attive che sicuramente si sono dimostrate fragile e deboli per tanti lavoratori".
Dello stesso tenore il commento del segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri. "Il blocco dei licenziamenti fino al 21 marzo è un risultato importante per le lavoratrici e i lavoratori di questo Paese. Uscire dalla crisi non sarà facile ma ci impegneremo con determinazione e impegno comune. Oggi il Governo ha fatto la scelta giusta".

Positiva anche Confindustria: "Per noi la proroga per ragioni di emergenza è giustificata se per le imprese che utilizzano la cassa Covid l'accesso non prevede alcuna contribuzione, e il premier ha convenuto che così sarà".
 
Share