Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ippica, Mipaaf: 'Cambia il calendario di corse del 2020, ecco come'

  • Scritto da Redazione

Accogliendo le richieste di alcune società di gestione degli impianti, il Mipaaf modifica il calendario di corse del 2020, ecco le novità.

L'emergenza sanitaria da Covid-19 persiste e l'ippica si adegua.

Con un decreto, firmato dal direttore generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica, il ministero delle Politiche agricole ha inserito alcune modifiche nel calendario nazionale delle corse comprese fra il 1° agosto e il 31 dicembre, accogliendo le richieste di alcune società di gestione degli impianti.

Eccole nel dettaglio.

 

Ippodromo di Castelluccio dei Sauri: variazione denominazione Gran Premio del 6 dicembre 2020, da Gran Premio Città di Foggia a Gran Premio di Capitanata.
 
Ippodromo di Firenze trotto: inserimento di 2 giornate di corse al trotto, in data 13 e 27 dicembre 2020, in luogo delle 2 giornate indicate come recupero montepremi nell’allegato n. 5 del decreto n. 90222200 del 24 luglio 2020.
 
Ippodromo di Follonica trotto: inserimento di 3 giornate di corse al trotto, in data 19 e 26 novembre e 3 dicembre 2020, in luogo delle 3 giornate indicate come recupero montepremi nell’allegato n. 5 del decreto n. 90222200 del 24 luglio 2020.
 
Ippodromo di Modena: inserimento di 1 giornata di corse, in data 21 novembre 2020, con un programma dedicato interamente alle corse con partenza con i nastri elettronici, al fine di verificare, dopo la fase sperimentale, la funzionalità tecnica del sistema per l’attuazione sull’intero territorio nazionale e per l’effetto, assegnazione di montepremi ordinario di € 38.390,00 per il finanziamento di detta giornata.
 
Ippodromo di Roma galoppo: recupero, in data 8 dicembre 2020, della giornata di corse non disputata in data 8 settembre 2020.
 
Ippodromo di Torino: Errata corrige Gran Premio Orsi Mangelli 1° novembre 2020 leggasi 303.600 euro anziché 303.000.
 
Share