Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Draghi: 'Misure anti Covid per sicurezza e ridurre danni a economia

  • Scritto da Ca

Nella conferenza stampa di inizio anno del presidente del consiglio Mario Draghi nessun riferimento specifico al gioco pubblico e misure confermate. 

“Un anno da affrontare con fiducia, speranza ma anche unità. Vogliamo essere cauti sulla pandemia ma intendiamo minimizzare gli effetti sull’economia e sui ragazzi e sulle ragazze che hanno risentito più di tutti per la socialità e la formazione. La scuola va tutelata e sostenuta così come l’economia. Non ha senso chiudere la scuola se le altre attività sono aperte e non ci sono i motivi per tornare alle chiusure dello scorso anno sempre e solo grazie alla vaccinazione”. Mario Draghi, presidente del consiglio dei ministri, ha esordito così nella prima conferenza stampa del 2022 per illustrare le nuove misure di contrato al Covid-19 insieme ai due ministri competenti, Roberto Speranza per la Salute e Patrizio Bianchi per l’Istruzione oltre a Roberto Locatelli, presidente del consiglio superiore di sanità del Ministero della Salute.

La chiave di tutto, per Draghi e la sua squadra, è la vaccinazione, e non solo: “L’approccio nuovo alla pandemia che ci mette di fronte ad una variante molto aggressiva, è dato dalla vaccinazione, le terze dosi sono, intanto, al 40 percento. I problemi principali sono generati dai non vaccinati che possono essere contagiati dalla malattia e possono svilupparla in forme gravi. E l’invito è a vaccinarsi anche con la terza dose - ha proseguito il presidente del Consiglio - la circolazione del virus mette pressione sui nostri ospedali. Tutto viene fatto sulla base dei dati e gli over 50 rischiano di più, per questo abbiamo preso queste decisioni”.

Per il settore del gioco nessuna novità specifica. Si procede col Green Pass e Super Green Pass ma l’importante è che l’intento del Governo Draghi sia quello di non ricorrere assolutamente al lockdown, se non in casi estremi ovviamente, e di minimizzare i danni che il virus può causare anche all’economia.

 

Share