Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Calendario corse ippiche, Tar Lazio: 'Camera consiglio il 2 agosto'

  • Scritto da Fm

Il Tar Lazio fissa al 2 agosto la camera di consiglio per i ricorsi di alcuni rappresentanti della filiera ippica contro decreto Mipaaf sul calendario delle corse di luglio e agosto.

 


"All’esito di una valutazione sommaria compatibile con la presente articolazione della fase cautelare del giudizio, la stessa parte ricorrente segnala che otto delle 14 corse che portano punti (quindi più della metà) si sono già disputate e che, nel torno di tempo che separa dalla trattazione collegiale (per la quale può sin d’ora fissarsi l’udienza camerale del 2 agosto 2018), l’istanza monocratica non presenta i tratti dell’estrema urgenza, gravità ed irreparabilità prescritti ai fini della sua positiva valutazione".

È quanto si legge nel decreto con cui il Tar Lazio dichiara non procedibile la domanda cautelare ex art.56 C.p.a. avanzata da Imprenditori ippici italiani e da altri rappresentanti della filiera contro il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali nei confronti di Hippogroup Roma Capannelle per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, del decreto ministeriale Mipaaf del 21 giugno 2018 nonchè gli allegati al decreto ministeriale denominati: disciplinare derby italiano del trotto 2018; calendario grandi premi trotto, limitatamente alla parte in cui modifica la disputa delle batterie e della finale del derby, rispetto a quanto previsto storicamente.


Conseguentemente, i ricorrenti chiedevano di ordinare al Mipaaf nelle more (derby del trotto 2018) di mantenere lo status quo ante come previsto nell'anno precedente 2017, disapplicando i provvedimenti opposti.

I giudici hanno fissato la camera di consiglio del 2 agosto 2018 per la trattazione collegiale.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.