Logo

Ippica: Mipaaf annulla giornate ad Aversa, categorie in sciopero

Gli allenatori, guidatori e proprietari campani fermano le corse nella regione per protestare contro la scelta del Mipaaf di sospendere i convegni all'ippodromo di Aversa (Ce).


Rischia di avere ripercussioni pesanti sui convegni degli ippodromi campani, quello di Napoli in testa, la decisione dei guidatori, proprietari e allenatori della regione di proclamare "lo stato di agitazione e la sospensione da tutte le attività negli ippodromi a decorrere da oggi, 4 giugno".

La protesta, sottoscritta da 88 firmatari, nasce dalla decisione del ministero delle Politiche agricole di sospendere l'attività di organizzazione delle corse presso l'ippodromo di Aversa (Ce), rendendo noto che "la giornata in programma il 6 giugno, unitamente ai gran premi Stabile Maschi e Stabile Filly non sarà disputata".


"Il ministero ha deciso inspiegabilmente di sospendere la giornata di corsa del giorno prevista presso l’ippodromo Cirigliano di Aversa", commentano gli 88 firmatari.
"Tale decisione è avvenuta senza che nessuna verifica, volta ad accertare il funzionamento delle autostart (le autovetture che danno il via alle corse di trotto su un'unica linea di partenza, Ndr) fosse stata effettuata.
Tale decisione è inaccettabile. Ancora una volta la politica prende decisioni senza ascoltare i lavoratori del settore ippico".
 
La protesta, come detto, potrebbe fermare le attività in primis ad Agnano, dove per il 5 giugno sono in calendario le corse di galoppo.
Se i cavalli non scenderanno in pista infatti la giuria sarà costretta ad annullare il convegno, con tutte le conseguenze del caso su un settore già provato da oltre due mesi di lockdown.
 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.