Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ippodromo Livorno, Perini (Lega): 'Sindaco faccia chiarezza sui progetti'

  • Scritto da Fm

A Livorno Perini (Lega) chiede al sindaco Salvetti di fare chiarezza su una possibile cementificazione dell'ippodromo Caprilli, mentre si attende l'emanazione dei bandi su lavori e gestione dell'impianto.

I lavori per la sua rifunzionalizzazione, in vista delle corse di luglio, sono cominciati, e il Comune è anche intervenuto con una variazione di bilancio - di 2,3 milioni - per stanziare i fondi necessari, ma il futuro dell'ippodromo Caprilli di Livorno continua a tenere banco in consiglio comunale.

In attesa dell'emanazione dei bandi per la gestione e le opere prevista per oggi, 10 maggio, arrivano infatti le dichiarazioni del consigliere Alessandro Perini (Lega), che chiede al sindaco Luca Salvetti di essere chiaro in merito alle proposte dei privati per la realizzazione di un parco per l'intrattenimento nell'area che circonda l'impianto.

"A Milano, Snai crede e investe sull'ippodromo, rilanciando la struttura come centro per tutte le discipline equestri.
Si tratta della stessa proposta che avevo portato in consiglio comunale un mese fa e che il sindaco Salvetti ha respinto. Quello che proponevo (e continuo a proporre) è di aprire le porte di Livorno alle proposte e agli investimenti dei privati, a patto che l'area rimanga destinata al mondo del cavallo.
I numeri dell'operazione che Snai porta avanti a Milano sono più che indicativi: in cinque anni un milione di presenze", ricorda Perini.

"Nel frattempo, però, torna ad affacciarsi sul Caprilli il fumoso progetto che prevede alberghi, bungalow e piscina per il surf. Un progetto (presentato dalla società Indalgo Service, ma bocciato dal consiglio comunale ad aprile, e che potrebbe tornare in campo solo con modifiche per restare in linea con gli scenari caldeggiati dal Comune e garantire la priorità delle corse, Ndr) che sembra godere del favore di Salvetti, il quale rimane stranamente silenzioso su questa proposta. Ma se così non è, il sindaco lo dica con chiarezza, perché porre dei paletti all'iniziativa dei privati non è solo lecito, ma doveroso.
Infine teniamo ben presente una cosa: cementificare un polmone verde della città significa incamminarsi su di una strada dalla quale non si torna più indietro. Considerato che l'area appartiene ai livornesi, prima di comprometterla irrimediabilmente, è necessario pensarci bene. Ritengo giusto fare almeno un tentativo serio per salvare la storia e la natura del Caprilli", conclude il consigliere leghista.
 
Share