Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Adm: 'Ippica, adottati schemi di atti per regolare rapporto con società di corse'

  • Scritto da Redazione

L'Agenzia delle dogane e dei monopoli adotta schemi di atti per la regolamentazione del rapporto con le società che gestiscono gli ippodromi.

Considerando che le società di corse sono concessionari ex lege per la raccolta delle scommesse ippiche all’interno degli ippodromi, è necessario che, in ragione dello status di concessionario proprio di ciascuna società di corse e al fine di una compiuta regolamentazione del rapporto, la stipula dei disciplinari avvenga secondo le stesse modalità e procedure utilizzate per la stipula delle convenzioni di concessione”.

Per questo motivo, l'Agenzia delle dogane e dei monopoli, con una determinazione del direttore generale Marcello Minenna, procede all’adozione di schemi di provvedimenti analoghi a quelli in essere con i concessionari aggiudicatari di procedure ad evidenza pubblica per le società che gestiscono gli ippodromi.

 

Secondo l'unico articolo della determinazione direttoriale, “ai fini della regolamentazione del rapporto con le società che gestiscono gli ippodromi, in applicazione dell’articolo 1, comma 1054, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sono adottati i seguenti allegati schemi di atti: domanda di sottoscrizione del disciplinare di cui all’articolo 1, comma 1054, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sia per strutture gestite da società private che per strutture gestite da istituzioni pubbliche (all.I a e all.I b); nomenclatore unico delle definizioni (all.II); regole amministrative per la sottoscrizione del disciplinare di cui all’articolo 1, comma 1054, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sia per strutture gestite da società private che per strutture gestite da istituzioni pubbliche (all.III a e all.III b); regole tecniche per la gestione degli ippodromi (all.IV); disciplinare per l’offerta e la raccolta delle scommesse sulle corse dei cavalli all’interno degli ippodromi, sia per strutture gestite da società private che per strutture gestite da istituzioni pubbliche (all.V a e all.V b)”.
 
Il testo della determinazione direttoriale e i relativi allegati sono consultabili a questo link. 
 
Share