Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

No animali su navi Sardegna, Manca (M5S): 'Gravi danni per ippica'

  • Scritto da Redazione

A seguito della decisione di alcune compagnie di navigazione di non imbarcare animali – e quindi cavalli – durante l'estate il deputato Manca (M5S) chiede l'intervento del Governo.

“Ho appena appreso della decisione da parte di Moby e Tirrenia di bloccare il trasporto di animali sulle proprie navi nel periodo estivo. Si tratta di una decisione che rischia di avere ripercussioni gravissime su alcuni dei principali settori produttivi della regione Sardegna. A risentirne sarebbero sia il comparto ippico, sia quello zootecnico, settori già messi duramente alla prova in questi ultimi anni”.

Lo dichiara il deputato Alberto Manca, esponente M5S in commissione Agricoltura, a seguito dell’annuncio delle due compagnie di navigazione di bloccare l’imbarco di animali - ad esclusione di quelli di compagnia - sulle loro navi, da e per la Sardegna, nel periodo estivo.

 

“È per questo – aggiunge – che ho deciso di presentare un’interrogazione al ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, al ministro della Salute e al ministro dei Trasporti così da poter trovare immediatamente una soluzione che consenta di trasportare sulle navi in tutta sicurezza, anche nel periodo estivo, gli animali da allevamento. In special modo, ciò aggrava il comparto ippico che, come ho avuto modo di denunciare in passato, vive già difficoltà nello spostamento dei cavalli per partecipare alle corse negli ippodromi continentali”.
 
“Di fatto, questa decisione danneggia le attività di tante aziende sarde. Imprenditori e allevatori che, già duramente colpiti dalle emergenze che l’agricoltura ha affrontato e sta ancora affrontando, non meritano di dover patire ulteriori difficoltà” conclude.
 
IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE - Di seguito, ecco il testo dell'interrogazione di Manca, con risposta in commissione.
Al ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, al ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, al ministro della Salute.
— Per sapere – premesso che: da diverse fonti stampa si apprende che due delle principali compagnie di navigazione passeggeri nazionali Tirrenia e Moby hanno vietato l’imbarco di animali —a eccezione di quelli da compagnia — nelle navi in partenza e in arrivo dalla Sardegna; la decisione, presa a seguito di alcuni incidenti avvenuti in passato, rischia però di mettere ulteriormente in crisi alcuni dei principali comparti produttivi della Sardegna, quali quello ippico o quello zootecnico, già duramente provato dalle emer- genze affrontate negli ultimi mesi dalla pandemia Covid-19, al conflitto russoucraino; è necessario che il trasporto degli animali da e per la Sardegna sia garantito in sicurezza e avvenga nella piena tutela del loro benessere e che non sia certamente bloccato, con tutte le conseguenze che ciò comporterebbe –: se il Governo intenda adottare iniziative, per quanto di competenza, affinché sulle navi da e per la regione Sardegna sia garantito in sicurezza il trasporto degli animali da allevamento o destinati al comparto ippico, al fine di tutelare due dei settori produttivi principali della regione, già duramente colpiti dalle emergenze che l’agricoltura ha affrontato e sta ancora affrontando. (5-08263)
 
Share