Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ccnl ippodromi: società corse tirano dritto, Cgil-Uil riprendono protesta

  • Scritto da Redazione

Sul Ccnl ippodromi, il Mipaaf dialoga mentre le società di corse tirano dritto: Slc Cgil e Uilcom Uil riprendono stato di agitazione e convocano tavolo di coordinamento il 21 giugno.

Nuove, dense nubi scure si addensano sull'orizzonte dei lavoratori degli ippodromi italiani, in vista dell'adozione da parte della maggioranza delle società di corse del contratto nazionale di lavoro del Terziario, a partire dal 1° luglio.

L'interlocuzione avviata con il ministero delle Politiche agricole ha esiti positivi – come dimostra lo svolgimento, oggi 20 giugno, del previsto incontro con la dirigente Teresa Nicolazzi – con i vertici di via XX Settembre impegnati ad ascoltare le ragioni dei lavoratori che stanno portando avanti la vertenza cercando di capirne le motivazioni.

Ma, secondo quanto riferisce una nota stampa firmata dai sindacalisti Fabio Scurpa (Slc Cgil) e Franco Marziale (Uilcom Uil) “altrettanta attenzione non sembrano mostrare le Società di corse che oggi, a poche ore dall’incontro, hanno nuovamente convocato le organizzazioni sindacali allo scopo di concretizzare la loro determinazione unilaterale di cambiare il contratto nazionale di lavoro 'corse cavalli' con quella del Terziario, della distribuzione e dei servizi (Confcommercio)”.

 

Per questo motivo Slc Cgil e Uilcom Uil “riprendono lo stato di agitazione con le iniziative di lotta già programmate” - si legge nella nota - e convocano “un coordinamento nazionale straordinario per domani 21 giugno alle ore 13, aperto alla partecipazione di tutti i lavoratori degli ippodromi”.
 
Share