Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Il gioco visto dalle Entrate: le anticipazioni su cosa cambia per il settore new slot

  • Scritto da Ac

convegno_astro_entrate2Roma – Rielaborazione delle norme relative all'esenzione Iva per i servizi relativi alla raccolta delle giocate, abrogazione dello spesometro per i rapporti tra concessionari, gestori ed esercenti e annullamento degli accertamenti sul settore dei comma 7 riguardo alla mancata opzione per il regime Iva ordinario. E l'annuncio di una prossima emanazione di una risoluzione specifica riguardo al contributo dei 100 euro previsto per i nulla osta della Awp. Queste le anticipazioni emerse durante il convegno di ieri, a roma, organizzato dall'Associazione As.Tro e Gioco News che ha visto la partecipazione dei dirigenti dell'Agenzia delle Entrate e dei Monopoli di Stato oltre agli esperti della materia e del settore del gioco.

L'INTERVENTO DI MARIO PIANCALDINI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE - (VIDEO)

L'INTERVENTO DI DAVIDE DIAMARE DEI MONOPOLI - (VIDEO)

Orlandini (As.Tro): "Il tema della concertazione con l'Amministrazione centrale è fondamentale" (Guarda l'intervista)

Diamare (Agenzia dogane e monopoli): “Giochi, avanza un profilo culturale”

Che il tema del gioco pubblico e il rapporto con l'Agenzia delle Entrate fosse un tema particolarmente 'sentito' dagli addetti ai lavori, era cosa nota; ma la grandissima affluenza registrata dal convegno ha dimostrato l'importanza della materia, soprattutto in seguito agli accertamenti relativi al 2007 ricevuti da molti addetti ai lavori. Ma oltre a questo aspetto, approfondito nei dettagli durante il dibattito, il convegno è stato l'occasione per conoscere in anteprima alcuni aspetti che interesseranno il presente e il futuro delle aziende del gioco in ambito fiscale. In particolare, nel corso della mattinata di lavori, è emerso che l'Agenzia starebbe rielaborando – probabilmente attraverso una integrazione o con note interpretative - la Circolare 21/E del 2005 in materia di esenzione Iva dei servizi accessori alla raccolta esplicitati nei contratti tra gestore ed esercente. Un provvedimento assai discusso in quanto tutt'oggi in vigore seppure in buona parte 'superato' in virtù della giurisprudenza presente sulla materia. Oltre a questo però, è emerso come l'Agenzia dovrebbe provvedere all'abrogazione dello spesometro per i rapporti regolati tra concessionario gestore ed esercente per la raccolta delle giocate sui comma 6, oltre all'emissione di una risoluzione in merito alla non assogettabilità Iva del contributo dei 100 euro per il nulla osta delle awp. Con tanto di annullamento degli accertamenti in materia di comma 7 per la mancata opzione per il regime iva ordinario.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.