Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Novara, nuova ordinanza sul gioco: stessi orari per bar e sale

  • Scritto da Fm

Il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, firma ordinanza che impone stessi orari per apparecchi da gioco installati in bar, sale dedicate e circoli privati.


A Novara ennesimo dietrofront dell'amministrazione comunale circa gli orari di funzionamento degli apparecchi installati nei bar e nelle sale dedicate. Dopo le proteste della Federtabaccai per aver varato, a febbraio, un'ordinanza che stabiliva norme diverse per slot e Vlt il sindaco Andrea Ballarè ci ha ripensato.

Dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 24 di tutti i giorni, festivi inclusi, sarà l'orario che dovranno seguire gli apparecchi comma 6 e comma 7 installati "all'interno di sale gioco, sale scommesse, esercizi pubblici e commerciali, circoli privati, locali pubblici o aperti al pubblico in cui sono presenti o comunque accessibili le forme di gioco a rischio di sviluppare dipendenza previste dalla normativa vigente", recita la nuova ordinanza sindacale, consultabile sull'albo pretorio del Comune di Novara.

 

La 'nuova' normativa arriva dopo l'emanazione della legge regionale del Piemonte che "nel dettare disposizioni per la prevenzione ed il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico fa diretto ed esclusivo riferimento all'installazione degli apparecchi e congegni per il gioco di cui all'articolo 110 commi 6 e 7 del Regio decreto 773/1931 senza alcuna differenziazione in relazione alla tipologia di esercizio e/o locali di installazione degli stessi; ciò in relazione alle finalità perseguite ed espressamente individuate nelle esigenze di politiche sociali e tutela della salute, di prevenzione del gioco d'azzardo patologico di tutela della fasce più deboli e maggiormente vulnerabili della popolazione, di contenimento dell'impatto delle attività connesse all'esercizio del gioco lecito sulla sicurezza urbana, sulla viabilità, sull'inquinamento acustico e sulla quiete pubblica".

Il presidente della Federtabaccai di Novara, Antonio Rutigliano, commenta l'ordinanza a Gioconews.it. "Tutti i Comuni d'Italia hanno una regolamentazione come questa, solo a Novara era diversa. La legge deve essere uguale per tutti, non era giusto penalizzare i bar rispetto alle sale da gioco, e non si combatte il Gap chiudendo 10 locali e lasciandone aperti 20".
 
Share