Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Bolzano, Cds sospende chiusura sala gioco: 'Pregiudizi irreversibili'

  • Scritto da Redazione

Il Consiglio di Stato sospende, fino al 30 marzo, la decadenza dell’autorizzazione di una sala gioco disposta dalla Provincia di Bolzano.

 

"La funzione del provvedimento presidenziale cautelare non è quella di anticipare il giudizio di merito, bensì quella di evitare che, in attesa della prima camera di consiglio, si determinino pregiudizi irreversibili non rimediabili mediante un’ordinanza emessa in sede collegiale".


Questo il principio per cui il Consiglio di Stato, come già fatto alla fine di febbraio, ha accolto il ricorso di una sala da gioco contro la Provincia Autonoma di Bolzano per la riforma della sentenza del Tribunale regionale di giustizia amministrativa Sezione autonoma di Bolzano del gennaio 2017 che ha dichiarato improcedibile, per sopravvenuta carenza di interesse, con riferimento alle deliberazioni impugnate nn. 341 e 1570 del 2012 della Giunta provinciale e rigettato per il resto il ricorso per l’annullamento del provvedimento di decadenza dell’autorizzazione alla gestione della sala.


I giudici rilevano che nel giudizio di primo grado sono stati adottati un decreto presidenziale, confermato da ordinanza collegiale, "con entrambi i quali era stata sospesa in via cautelare l’efficacia del provvedimento di decadenza dall’autorizzazione e di chiusura della sala giochi oggetto del presente appello" e che "quindi che sussistono allo stato i presupposti per l’accoglimento dell’istanza di sospensione inaudita altera parte, tenuto conto della immediatezza della gravità ed irreparabilità del danno".
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.