Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Cassazione: 'Gioco d'azzardo, provare fini di lucro'

  • Scritto da Redazione

La Corte di Cassazione ribadisce che il reato di gioco d'azzardo si verifica solo quando è provato il fine di lucro.

 

"Ai fini dell'accertamento del reato di esercizio di giuochi d'azzardo è necessaria la prova dell'effettiva esistenza di mezzi atti ad esercitarlo, dell'effettivo svolgimento di un gioco e, qualora si tratti di apparecchi automatici da gioco di natura aleatoria, dell'effettivo utilizzo dell'apparecchio per fini di lucro, non essendo sufficiente, in tale ultimo caso, accertare che lo stesso sia potenzialmente utilizzabile per l'esercizio del gioco d'azzardo".


A ribadire il principio è la Corte di Cassazione che ha annullato senza rinvio la sentenza con cui la Corte di Appello di Salerno aveva condannato un esercente a 4 mesi di e a 300 euro di ammenda per il reato di "gioco d'azzardo".

Per i giudici della Cassazione "il reato è estinto per intervenuta prescrizione".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.