Logo

Cds ribadisce: 'Ragionevoli limiti orari al gioco del Comune di Venezia'

Il Consiglio di Stato conferma sentenza del Tar Veneto per cui sono ragionevoli i limiti orari al gioco imposti dal Comune di Venezia.

"Nelle more del giudizio di merito, cui spetta l’approfondimento dei profili problematici prospettati, fra gli interessi in gioco appare meritevole di maggiore considerazione l’interesse pubblico, rappresentato dal Comune resistente, alla tutela della salute della collettività, con particolare riferimento ai giovani e alle fasce deboli della popolazione".

Così il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso di una società di gioco contro il Comune Venezia e l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la riforma della sentenza del Tar Veneto che lo scorso luglio ha sottolineato la "ragionevolezza" dei limiti orari al gioco vigenti nella città lagunare.


L'appellante aveva chiesto la sospensione dell'efficacia della sentenza del Tribunale amministrativo regionale di reiezione del ricorso di primo grado, presentata in via incidentale.

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.