Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Distante (Sapar): “Rafforzamento della rappresentanza e contrasto all'illegalità nostri obiettivi primari”

  • Scritto da Ac

domenico distante pDomenico Distante torna ai vertici di Sapar, l'associazione che rappresenta i gestori di apparecchi da intrattenimento, nelle vesti di vice presidente. E all'indomani delle elezioni – che lo hanno visto eleggere all'unanimità, per una maggioranza che vale con tutta probabilità il vicariato – il rappresentante dell'associazione, giù consigliere regionale per la Puglia, guarda subito avanti: “Sono soddisfatto della nuova presidenza che, credo, rappresenta al meglio l'associazione garantendo a fondo le esigenze dei gestori ma offrendo anche un punto di vista diverso, dal lato dei produttori. La Sapar esce quindi rafforzata da questa tornata elettorale e potrà affermare il proprio ruolo nel settore”. Secondo Distante, la necessità è quella di “Rafforzare la rappresentanza e il ruolo associativo entrando in un contesto più ampio e maggiormente significativo come potrebbe essere, ad esempio Confcommercio”.

Dalla Pria (Sapar): “Rinnovo slot e riforma dell'amusement priorità dell'associazione”

Roma (Sapar): “Al lavoro per ripagare la fiducia del Direttivo”

Patoia (Sapar): “Cambio Awp, videogiochi e gioco responsabile al centro dell'attività”

Modifiche al Tulps: violazioni apparecchi, sanzione si applica alla persona giuridica o all'ente

Enada compie 40 anni: l'appuntamento è a Roma dal 17 al 19 ottobre

La Sapar, come noto, è attualmente aderente all'Agis ma secondo il nuovo vice presidente, si dovrebbero valutare altri percorsi mirati a rafforzare l'attività associativa: “Non è più il caso di imporsi come 'prime donne' ma è necessario aprire al dialogo con gli altri organismi e mirare a una maggiore rappresentatività. E' fondamentale il confronto istituzionale, tenendo ferme le esigenze dei gestori ma dialogando con tutti i soggetti che intervengono dentro e fuori il settore del gioco”.
“Questo è da sempre il mio pensiero – aggiunge – e lo ripeto ormai dal 2004, quando avevo preso la guida dell'associazione. Anche se allora c'era chi non era d'accordo, poi però il tempo mi ha dato ragione e le cose sono andate come dicevo: il gestore non è scomparso ma, anzi, ha rafforzato il proprio ruolo fino all'affermazione definitiva”.
Quello di Distante ai vertici di Sapar è un ritorno, dopo i diversi incarichi alla guida della stessa associazione, che il rappresentante della Puglia accoglie con piacere: “Non è una novità clamorosa in quanto durante questi anni non sono stato assente ma sempre 'attivo', in diversi modi, a supporto dell'associazione. Ora però mi hanno chiesto in molti di candidarmi e sono stato lieto di mettermi a disposizione a fianco di un presidente come Curcio che, come ho detto anche nel corso dell'Assemblea, ha dimostrato e impegno e ha meritato la fiducia degli associati”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.