Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Passamonti: "Interventi su tassazione rischiano di far regredire il settore del gioco"

  • Scritto da Redazione

“Sono in calo le entrate erariali sul gioco nel 2013. Qualsiasi altro intervento sulla tassazione del settore rischia di farle ulteriormente regredire”. Lo afferma Massimo Passamonti, presidente di Sistema Gioco Italia , nel corso della presentazione a Roma del libro di Cesare Lanza.

Il gioco “non può più basarsi esclusivamente sulle entrate erariali, ma anche sulla tutela sociale e sull’ordine pubblico e destinare parte delle entrate erariali per finanziare interventi sulla salute o sull’arte. In Italia la spesa per il gioco è di circa 17 miliardi, ma se la consideriamo rispetto alla platea effettiva degli italiani che giocano, la spesa pro capite è di 2 euro al giorno. Con la legalizzazione del settore del gioco sono stati sottratti 20 miliardi alla criminalità organizzata e questo ha portato a una resa erariale importante, creando una filiera che dà lavoro a 160mila addetti e rafforzando un settore che ha attirato anche molti investitori dall’estero", attratti dalla "stabilità di un modello concessorio solido ed efficiente”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.