Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Acmi: nasce il produttore di macchine da intrattenimento del futuro

  • Scritto da Alessio Crisantemi

Il produttore di apparecchi al centro della filiera del gioco pubblico. E’ questo l’obiettivo che si pone l’Acmi – Associazione Costruttori Macchine da Intrattenimento – proponendo un nuovo progetto di certificazione di qualità degli apparecchi che sia in grado di legittimare l’operato e la figura del produttore di giochi. Con l'avvento del nuovo presidente, Ornella Calgaro, la prima donna a rivestire un tale ruolo nel settore dei giochi, l'associazione nazionale dei costruttori ha dato avvio ad una profonda attività di rinnovamento che proietterà le aziende aderenti nel futuro del settore.

 

 

“Partendo dal presupposto che la figura del produttore rappresenta, nella filiera degli apparecchi da intrattenimento l'anello più importante e certamente, quello dal quale si da avvio all'intero processo – spiegano dall’associazione - l'Acmi, riprendendo l’attività iniziata nel corso della presidenza di Riccardo Chionna - che ha visto il coinvolgimento di primarie società di certificazione - ha deciso di definire con estrema chiarezza i requisiti che identifichino la figura e la professionalità del produttore di apparecchi da gioco, una sorta di patente che rappresenterà, a partire dal 2015, un requisito fondamentale per gli aderenti all'associazione”.
 
GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO - L'obbiettivo principale di Acmi è quello di definire  con precisione i doveri, rappresentati dal possesso di alcuni requisiti essenziali e i diritti, identificabili innanzitutto nel riconoscimento del ruolo di industria e nel rispetto della categoria. Iso, Durc, Rae, iscrizione all'albo costruttori Aams, questi solo alcuni degli elementi contenuti nel 'Disciplinare di Qualità Acmi' a cui tutti gli associati, attuali e futuri, dovranno aderire.
A seguire, una volta concluso il primo passaggio relativo all'acquisizione della documentazione e alla sottoscrizione del disciplinare,  le aziende aderenti ad Acmi saranno dotate di un bollino interattivo da applicare ad ogni singolo apparecchio con impresso il nome dell'azienda produttrice e il  marchio ufficiale PCA (Produttore Certificato Acmi) quale simbolo di qualità.

IL RICONOSCIMENTO DEL PRODUTTORE - Secondo i vertici di Acmi, il definitivo riconoscimento del settore non può prescindere da un'attenta e approfondita analisi interna che consenta ai consumatori la precisa individuazione di prodotti corrispondenti ad elevati standard  di qualità produttiva. L’intero progetto sarà ora presentato alle istituzioni, Governo, Agenzia delle Dogane, Sogei e alla stampa, entro il prossimo mese di settembre.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.