Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gtech: nel secondo trimestre mercato italiano stabile e crescono ricavi e Ebitda

  • Scritto da Ca

Il Consiglio di Amministrazione di GTECH S.p.A., presieduto da Lorenzo Pellicioli, ha esaminato oggi i risultati consolidati relativi al secondo trimestre e ai primi sei mesi dell’anno e ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014.


“Nonostante il confronto con il secondo trimestre molto positivo dell’anno scorso, in cui avevamo beneficiato delle vendite sul mercato canadese legate al programma di sostituzione delle VLT e di un significativo andamento dei jackpot, GTECH è riuscita ad assorbire la mancanza di questi fattori nel secondo trimestre di quest’anno e a realizzare risultati paragonabili a quelli dello scorso anno”, ha dichiarato l’Amministratore Delegato di GTECH S.p.A., Marco Sala. “Si tratta di un risultato significativo che dimostra la solidità ed il potenziale di crescita del nostro core business”.

 

“Nel secondo trimestre abbiamo ottenuto dei buoni risultati”, ha dichiarato il CFO di GTECH S.p.A., Alberto Fornaro. “La generazione di cassa è stata migliore di quanto previsto e continuiamo ad essere ottimisti sull’andamento della Posizione Finanziaria Netta: in confronto allo stesso periodo dello scorso anno, la guidance fornita inizialmente di €2,47 miliardi – €2,53 miliardi è alla nostra portata”.


I Ricavi consolidati nel secondo trimestre sono stati pari a €751 milioni (€768 milioni a cambi costanti), rispetto ai €762 milioni del secondo trimestre dello scorso anno, nonostante il confronto sia sfavorevole per €29 milioni di vendite di prodotti collegati al ciclo di sostituzione degli apparecchi da intrattenimento in Canada nel 2013.
A cambi costanti, i ricavi da servizi sono stati pari a €695 milioni, €15 milioni in più rispetto al secondo trimestre dell’anno scorso, registrando un incremento di circa l’1% in Italia. A parità di cambio rispetto al secondo trimestre 2013, le vendite di prodotti sono state inferiori di €9 milioni, tenendo in considerazione che l’incremento delle vendite delle Lotterie ha compensato la maggior parte degli effetti che si sono avuti nel 2013 dalla vendita di apparecchi in Canada.

L’EBITDA è stato pari a €267 milioni rispetto ai €273 milioni del secondo trimestre del 2013. A cambi costanti l’EBITDA è stato pari a €270 milioni.

L’Utile operativo è stato di €156 milioni rispetto ai €161 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.

L’Utile netto di pertinenza del Gruppo è stato di €61 milioni, rispetto ai €67 milioni dell’anno scorso.

L’Utile per azione (EPS) diluito è stato pari a €0,35 rispetto ai €0,39 del secondo trimestre 2013.

Gli investimenti nel corso del trimestre sono stati pari a €53 milioni.

Al 30 giugno 2014, il patrimonio netto consolidato di GTECH era di €2,51 miliardi, mentre la Posizione Finanziaria Netta (PFN) era di €2,53 miliardi rispetto ai €2,58 miliardi al 31 marzo 2014 e ai €2,51 miliardi al 31 dicembre 2013. Nel corso del trimestre sono stati pagati €131 milioni in dividendi agli azionisti, pari a €0,75 per azione.


Raffronto per segmento del secondo trimestre 2014
Americhe
I ricavi della regione Americhe sono stati pari a €250 milioni (€266 milioni a cambi costanti), rispetto ai €261 milioni del secondo trimestre 2013. Le vendite di prodotti nel corso del trimestre sono state pari a €50 milioni, €13 milioni in meno rispetto al secondo trimestre del 2013, soprattutto in seguito al previsto calo delle vendite di prodotti in Canada che è stato parzialmente controbilanciato dall’incremento delle vendite di prodotti ad altri clienti. Il confronto con l’anno scorso è stato anche influenzato sfavorevolmente dal livello record di $590 milioni raggiunto dal jackpot del Powerball che non si è ripetuto quest’anno, nonché dall’andamento dei tassi di cambio che è stato sostanzialmente controbilanciato dai maggiori ricavi derivanti dai contratti da operatore delle lotterie in New Jersey e Indiana.

L’utile operativo della regione Americhe è stato anche influenzato dalla minore attività dei jackpot e dalle vendite degli apparecchi da intrattenimento.

Nel corso del trimestre GTECH ha firmato un’estensione contrattuale di due anni con la West Virginia Lottery e, di recente, un nuovo contratto di sette anni con la Tennessee Lottery. In Colombia GTECH sta ampliando la sua rete con 1.000 nuovi terminali, permettendo così un’espansione dei punti vendita del 10% circa. Sphinx 3D ha fatto il suo debutto in Nord America con 600 apparecchi che dovrebbero essere inaugurati entro la fine dell’anno.

In Illinois Northstar prosegue il confronto con la Lotteria e stima che i potenziali oneri complessivi, al 30 giugno 2014, relativi alla garanzia prestata allo Stato sui risultati della lotteria, siano pari a circa €60 milioni ($82 milioni). Gli effetti economici relativi a questi potenziali oneri saranno assorbiti nel corso della durata residua del contratto.


Internazionale
I ricavi della regione Internazionale sono stati pari a €76 milioni rispetto agli €80 milioni dell’anno precedente, soprattutto in seguito a: modifiche di alcune condizioni contrattuali con un cliente che hanno inciso sui ricavi, pur migliorando la profittabilità; un minor numero di ore fatturabili ad un cliente europeo; l’andamento dei tassi di cambio.

L’Utile operativo della regione è stato in linea con quello dell’anno scorso, attestandosi a €12 milioni.

SAZKA, l’operatore della Repubblica Ceca, ha introdotto con successo un incremento di prezzo del gioco del Lotto nazionale, portandolo da 16CK a 20CK, e i primi risultati registrati sono incoraggianti. I clienti di GTECH in Slovacchia, Repubblica Ceca e Polonia hanno lanciato, insieme alla Lotteria ungherese, il primo gratta e vinci multinazionale V4, anch’esso partito con risultati incoraggianti.

GTECH di recente è anche stata scelta dall’operatore greco OPAP per la fornitura del nuovo sistema centrale per le VLT che gestirà fino a 35.000 apparecchi nell’ambito del nuovo programma di Videolottery del paese.


Italia
I ricavi in Italia sono stati pari a €425 milioni, in aumento rispetto ai €421 milioni del secondo trimestre 2013. I maggiori ricavi del Lotto hanno quasi totalmente compensato i minori ricavi delle lotterie istantanee. L’incremento della raccolta delle scommesse sportive e del virtual betting, insieme ad un payout stabile, hanno contribuito all’incremento dei ricavi del segmento che hanno controbilanciato i minori ricavi derivanti dagli apparecchi da intrattenimento e dal segmento Interactive.

Nonostante una minore raccolta dei numeri ritardatari, la raccolta complessiva del Lotto nel trimestre è cresciuta del 2% circa, attestandosi a €1,56 miliardi rispetto a €1,53 miliardi del secondo trimestre dell’anno scorso, grazie al contributo del 10eLotto. La raccolta delle lotterie istantanee è stata di €2,31 miliardi rispetto ai €2,37 miliardi del 2013.

La raccolta degli apparecchi da intrattenimento è stata pari a €141 milioni rispetto ai €144 milioni dell’anno precedente per via di una minore produttività.

I ricavi delle scommesse sportive sono aumentati di €8 milioni rispetto all’anno scorso, attestandosi a €40 milioni, grazie all’introduzione del virtual betting e alla Coppa del Mondo di calcio.

L’utile operativo è cresciuto a €143 milioni, rispetto ai €140 milioni dell’anno scorso.

Risultati consolidati del primo semestre
Nel primo semestre 2014, i Ricavi sono stati pari a €1,53 miliardi rispetto ai €1,56 miliardi dei primi sei mesi dell’anno scorso. A cambi costanti i Ricavi sono stati in linea conil 2013. I ricavi same store delle lotterie della regione Americhe sono aumentati di oltre l’1%, attestandosi a €258 milioni. I ricavi same store delle lotterie della regione International sono stati in linea con quelli dell’anno scorso, registrando un valore pari a €52 milioni.

La raccolta del Lotto in Italia è stata stabile, attestandosi a €3,1 miliardi e beneficiando del buon andamento del 10eLotto. La raccolta delle lotterie istantanee è stata pari a €4,79 miliardi rispetto ai €4,92 miliardi dell’anno scorso.

L’EBITDA è stato di €563 milioni rispetto ai €573 milioni dell’anno scorso. L’utile operativo è stato di €337 milioni rispetto ai €353 milioni della prima metà del 2013. A cambi costanti, l’EBITDA sarebbe stato pari a €570 milioni e l’utile operativo pari a €338 milioni.

L’aliquota effettiva dell’imposta sul reddito è stata in linea con quella dell’anno scorso e pari al 41%.

L’Utile netto di pertinenza del Gruppo è stato di €136 milioni rispetto ai €142 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.

L’Utile per azione (EPS) diluito è stato di €0,78 rispetto a €0,82 dei primi sei mesi del 2013.

Il flusso di cassa operativo è stato di €460 milioni rispetto ai €354 milioni dei primi sei mesi del 2013, principalmente in seguito alle dinamiche del capitale circolante netto.

Gli investimenti sono stati pari a €121 milioni e hanno incluso l’annunciato investimento in Probability Plc nonché gli investimenti nelle lotterie nella regione Americhe e nei segmenti lotterie e apparecchi da intrattenimento in Italia.


Ulteriori informazioni


Il Consiglio di amministrazione di GTECH ha dato attuazione al Piano di Attribuzione di Azioni 2014–2018 e al piano di Stock Option 2014-2020, entrambi approvati nell’Assemblea ordinaria degli azionisti dell’8 maggio 2014. Il Consiglio ha approvato i Regolamenti dei Piani, ha assegnato le relative Azioni e Opzioni ed ha deliberato – a valere sulla delega conferitagli dall'Assemblea Straordinaria degli Azionisti tenutasi il 28 aprile 2011 – un aumento di capitale per massimi nominali € 2.073.157,00 al servizio del Piano di Stock Option 2014–2020, stabilendo il prezzo di esercizio delle Opzioni assegnate in €18,71. La documentazione richiesta dalla normativa vigente in relazione a quanto descritto è disponibile sul sito internet della Società all'indirizzo www.gtech.com (sezione: Governance - Documentazione Societaria - Piani di incentivazione su base azionaria) ed è altresì a disposizione del pubblico sul meccanismo di stoccaggio autorizzato “1info” (www.1info.it).

Il Consiglio di Amministrazione di GTECH ha inoltre approvato il progetto di fusione per incorporazione in GTECH SpA della controllata S.W. Holding SpA che detiene una partecipazione del 43,75% in Lotterie Nazionali Srl, concessionaria del “Gratta & Vinci” in Italia, a seguito dell'acquisizione dell’intera quota di UniCredit in S.W. Holding da parte di GTECH SpA. La fusione consentirà la semplificazione della catena azionaria di Lotterie Nazionali e di raggiungere una maggiore efficienza operativa, riducendo i processi amministrativi e i costi operativi. La fusione sarà sottoposta all'approvazione del Consiglio di Amministrazione, secondo la procedura semplificata prevista dall'art. 2505 del Codice Civile e dall'art. 17 dello Statuto di GTECH. GTECH non aumenterà il proprio capitale sociale né assegnerà azioni di nuova emissione in cambio di quelle detenute nella società oggetto di fusione, che cesserà di esistere dopo la fusione stessa.
Non si procederà ad alcuna modifica dello Statuto di GTECH in relazione alla fusione, né si applicheranno le procedure per le operazioni con parti correlate, né gli azionisti di GTECH potranno esercitare il diritto di recesso dalla Società.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.