Logo

Gestione straordinaria Bplus, Cds respinge istanza: discussione il 9 ottobre

La terza sezione del Consiglio di Stato ha rigettato con decreto l’istanza con cui Bplus chiedeva di riformare l'ordinanza cautelare del Tar Lazio relativa alla straordinaria e temporanea gestione delle attività di impresa in regime di concessione per l'esercizio del gioco pubblico. Secondo i giudici “l’ordinanza appellata, contestualmente al rigetto dell’istanza cautelare proposta al T.A.R., con una motivazione assai più approfondita ed analitica dell’usuale - e riferita tanto all’infondatezza del ricorso nel merito quanto alle rilevanti ragioni di interesse pubblico sottese ai provvedimenti impugnati in primo grado - ha nondimeno fissato la trattazione del ricorso nel merito all’udienza dell’8 ottobre p.v., vale a dire ad una data anteriore a quella della prima camera di consiglio utile davanti a questa Sezione, proprio in considerazione del danno esposto dalla ricorrente”. In questa situazione, “le ragioni di urgenza ad dies o addirittura ad horas prospettate dalla Società non sembrano tali da superare le ampie argomentazioni svolte nella motivazione dell’ordinanza appellata, a maggior ragione in presenza di un atto di iniziativa dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione ai sensi dell’art. 32 del d.l. n. 90/2014”.

La discussione in camera di consiglio è fissata per il 9 ottobre prossimo.

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.