Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Norma 500 milioni: Tar Lazio respinge ricorso operatori, il primo luglio nuova udienza

  • Scritto da Redazione

Il Tar Lazio non ha accolto il ricorso, discusso ieri, degli operatori delle slot machine (concessionari e gestori), in cui si chiedeva la proroga della prima rata (200 milioni di euro che verranno versati entro fine aprile) del versamento di 500 milioni annui, previsto dalla legge di Stabilità 2015.

Fissata una nuova udienza il prossimo primo luglio, come già ieri il Tar aveva proposto agli operatori, i quali invece avevano chiesto una decisione immediata sul ricorso, che era andata in decisione.

LE MOTIVAZIONI DEL TAR - Secondo i giudici "le esigenze cautelari addotte dalla società ricorrente non giustificano la concessione della richiesta misura cautelare in quanto: l’importo del versamento da effettuare, da parte dell’intera filiera del gioco legale, alla data del 30 aprile 2015 ammonta a 200 mln di euro; non appare compiutamente dimostrato che, ottemperando tutti i soggetti della filiera a quanto disposto dall’art. 1, comma 649, della legge n. 190/2014 e dal provvedimento impugnato, sussista un pregiudizio irreparabile nelle more della decisione del merito del ricorso, per la quale - tenuto conto della rilevanza degli interessi dell’Erario e di tutti gli operatori della filiera del gioco legale - si ritiene tuttavia di fissare la pubblica udienza del 1° luglio 2015".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.