Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Giochi: raccolta 2014 a 84,4 miliardi, la spesa degli italiani è di 17,4 miliardi

  • Scritto da Redazione

Il gioco nel 2014 ha raccolto in totale 84,4 miliardi di euro, di cui 7,9 miliardi di euro sono andati all'Erario, rispetto agli 8,1 miliardi dello scorso anno. Il tutto a fronte di vincite di 66.954 milioni di euro e di una spesa complessiva dei giocatori di 17.455 milioni di euro. Questo secondo i dati dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, pubblicati nel Libro Blu.

I dati del gioco pubblico 2014: scarica il Libro Blu di Dogane e Monopoli

 

I GIOCHI NELLO SPECIFICO - A trainare il mercato sono sempre gli apparecchi da intrattenimento Awp con una raccolta pari 25.382, di cui all'Erario 3,2 miliardi. Le Vlt, invece, toccano i 21.388 miliardi. Gli apparecchi senza vincita in denaro, i cosiddetti comma 7, hanno una raccolta di 231 milioni di euro, il bingo di 1.624 milioni di euro, le scommesse ippiche di 682 milioni di euro. I giochi a base sportiva realizzano una raccolta di 4.250 milioni di euro, i giochi numerici a totalizzatore 1.188 milioni di euro, mentre le lotterie a 9.441 milioni di euro. Il lotto raggiunge 6,6 miliardi, mentre i giochi di abilità a distanza 734 milioni di euro. A 11,5 miliardi di euro la raccolta dei giochi di carte organizzata in forma diversa dal torneo e giochi di sorte a quota fissa.

LE NUOVE MODALITA' DI SCOMMESSA - New entry nel campo delle scommesse, con le nuove modalità di gioco scommesse virtuali con una raccolta di 1,1 miliardi e il Betting Exchange a 205 milioni di euro.

I CONTROLLI NEL SETTORE - Il numero degli esercizi sottoposti a controllo nel 2014 ha registrato un significativo incremento rispetto all’anno precedente soprattutto nel settore delle scommesse che ha fatto segnare un +16% con riferimento al 2013 ed un +27% se raffrontato al 2012. La scelta di rafforzare le attività di controllo verso tale settore, dettata dal noto fenomeno dell’offerta di gioco su rete fisica da parte di soggetti privi del titolo abilitativo , è risultata particolarmente incisiva anche sul fronte dell’imposta evasa accertata che, nel settore delle scommesse ha registrato un aumento pari al 98% rispetto al 2013 e di oltre il 200% rispetto al 2012. Si è invece riscontrata un’apprezzabile riduzione delle violazioni amministrative e dell’evasione tributaria nel settore degli apparecchi da divertimento e intrattenimento pur in presenza di un immutato impegno nelle attività di controllo e di un numero di esercizi sottoposti a verifica sostanzialmente stabile (cd. effetto deterrenza).

SITI OSCURATI - Più di 5200 i siti di gioco oscurati dai Monopoli di stato, con un calo nei tentativi di accesso ai dot com, da oltre 1,5 miliardi del 2013 a 720 milioni del 2014.

I CONTROLLI SUI MINORI - Quanto alle attività di contrasto sul divieto di gioco ai minori, nel 2014 sono state accertate 114 violazioni (82) mel 2013), sono state irrogate 98 sanzioni (72 nel 2013) per un importo di 907.999 euro. Sono stati inoltre sospesi 58 esercizi (erano stati 39 nel 2013) per un totale di 842 giorni di sospensione (422 nel 2013).

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.