Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Cambio al vertice di Acadi: Angelozzi presidente, il generale Baduini segretario generale

  • Scritto da Redazione

Come preannunciato da Gioconews.it, questa mattina, presso la sede romana di via Barberini, è stato eletto all’unanimità il nuovo presidente Acadi nella persona di Guglielmo Angelozzi, amministratore delegato del gruppo Gamenet.

Il presidente uscente Matteo Marini, amministratore delegato di Admiral Gaming Network, alla fine del mandato che lo ha visto coinvolto in un lavoro intenso e complesso, ha ricordato l’importante lavoro portato avanti in questi mesi: “Acadi si posiziona come interlocutore affidabile e di riferimento per il comparto giochi nei confronti degli stakeholders pubblici e privati”. Le questioni ancora aperte, conclude Marini, richiedono che la riforma del gioco possa vedere la luce attraverso un Decreto Legge del Governo e non attraverso un disegno di legge che  comporterebbe dei tempi eccessivamente lunghi che lo Stato ed il settore non possono permettersi. Il nuovo presidente Guglielmo Angelozzi, nel ringraziare il collega Marini per il lavoro svolto, auspica di continuare il percorso iniziato dal presidente uscente per il rafforzamento della stabilità del sistema del gioco legale in concessione, strumento indispensabile per assicurare allo Stato ed ai cittadini un contesto di legalità, sostenibilità e responsabilità sociale.

 

IL NUOVO SEGRETARIO GENERALE - Contestualmente alla nomina del presidente Angelozzi, viene eletto all’unanimità il generale Stefano Baduini come Segretario Generale dell’Associazione. Generale di Divisione – in ausiliaria – della Guardia di Finanza, Commendatore al Merito della Repubblica ed insignito di diverse onorificenze, fornirà un’ulteriore spinta alle battaglie di ACADI per la legalità e la trasparenza nelle relazioni e nel modus operandi dei concessionari e del gioco regolamentato.

Il Gen. Stefano Baduini, nato ad Arezzo nel 1949, è laureato in Giurisprudenza ed in Economia e Commercio ed è titolato alla Scuola Superiore di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza. Nel corso della sua lunga carriera nella Guardia di Finanza, ha ricoperto prestigiosi incarichi sia presso il Comando Generale del Corpo sia presso i Reparti territoriali, tra i quali spiccano quello di Comandante Regionale per la Sardegna e quello di Capo di Stato Maggiore presso il Comando Centrale Aeronavale del Corpo, rivestito fino al recente congedo.

Share