Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Totem, Distante (Sapar): 'Lotta gioco illegale, tutela consumatori e aziende'

  • Scritto da Redazione

Il vicepresidente Sapar, Distante, commenta l’operazione a Messina sui totem: 'Continueremo a denunciare il gioco illegale'.

“L’operazione ‘Totem’, condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Messina, è un’ulteriore conferma del rischio sempre più evidente che il gioco illegale cerca di mettere radici laddove trova terreno fertile. Per questo è necessaria una continua opera di denuncia da parte di tutti nei confronti del gioco irregolare sul territorio. A riguardo rivolgo il mio plauso e ringraziamento più sentito alla Magistratura, alla Polizia di Stato e all’Arma dei Carabinieri che hanno condotto le indagini e sventato un nuovo tentativo di offrire gioco non regolamentato dallo Stato”.

Così il vicepresidente vicario dell’associazione Nazionale Sapar (servizi pubbliche attrazioni ricreative, aderente a Confesercenti), Domenico Distante, a seguito della notizia secondo la quale la Polizia e i Carabinieri di Messina hanno eseguito 24 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di alcuni presunti esponenti del clan mafioso Giostra, colpevoli di aver gestito anche un vasto giro di scommesse clandestine.

“Il mio pensiero e ringraziamento più sincero va a tutte le forze dell’ordine, che ogni giorno svolgono un importante lavoro sul territorio a tutela e garanzia della legalità - ha dichiarato Distante - a loro rinnovo la nostra completa disponibilità a continuare a collaborare per  difendere la legalità e quindi fornire una maggior tutela agli stessi giocatori. Il nostro impegno è quello di sempre: difendere il gioco lecito dello Stato e denunciare qualsiasi forma di intrattenimento illecita. Con un dialogo costante fra forze dell’ordine, associazioni di categoria e amministrazioni locali, sono certo che riusciremmo a limitare moltissimo il dilagare del gioco non regolamentato dallo Stato”.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.