Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

De Rosa: 'Gioco, il proibizionismo non sconfigge nulla'

  • Scritto da Ca

L'intervento di Ornella De Rosa, direttrice dell'Osservatorio internazionale sul gioco, al convegno inaugurale di Enada Roma.

Roma - “Non si può vedere il settore del gioco solo come dati e statistiche. Va visto come fenomeno intrinseco nel mondo”. Lo sottolinea, nel suo intervento al convegno inaugurale di Enada Roma, 'Dalla Stabilità all'instabilità del settore giohi', Ornella De Rosa, direttrice dell'Osservatorio internazionale sul gioco. Secondo De Rosa “Attraverso il proibizionismo non si può sconfiggere nulla. Abolendo le slot nelle tabaccherie e nei bar stiamo commettendo un errore. Il gioco non viene eliminato così. Dopo l'unità d'Italia venne annullato il Lotto che venne ristabilito dopo che era stato preso in mano dalla camorra”, ricorda.

De Rosa evidenzia, ancora: “Le slot sono nel 30 percento delle tabaccheria e la media è di tre slot ad esercente. Ma non c'è fila per giocare alle slot. Togliendo il gioco terrestre diamo spazio ai punti gioco illegali”. Secondo De Rosa “Non esiste il giocatore patologico ma la persona patologica” e “un altro problema è l'assenza di tempo libero ora c'è il tempo liberato. Non ci sono più spazi sani dove correre ma vuoti che non creano interessi per giovani, adulti e vecchi. Il giocatore adesso è plurigiocatore e pluridipendente e questo è un altro problema”.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.