Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Tar Puglia conferma cessazione attività sala giochi abusiva

  • Scritto da Fm

Il Tar Puglia conferma la cessazione attività sala giochi abusiva per assenza dell'autorizzazione Tulps, camera di consiglio il 5 giugno.

 

"Le esigenze cautelari urgenti prospettate dalla parte ricorrente possono essere soddisfatte solo con l’invocata concessione dell’abbreviazione dei termini processuali ai sensi dell’art. 53 c.p.a.".

Lo evidenzia il Tar Puglia nel respinge l' istanza di misure cautelari provvisorie presidenziali proposta dal legale rappresentante da una società con attività di gioco contro Comune di Lecce, Questura di Lecce, Ministero dell'Interno, per l'annullamento e la declaratoria di illegittimità, previa concessione di misure cautelari collegiali e monocratiche provvisorie, dell'ordinanza a firma del Dirigente del Settore Sviluppo Economico e Attività Produttive, Spettacolo e Sport del Comune di Lecce, con la quale si dispone la “cessazione immediata dell'attività abusiva di installazione di apparecchi da gioco di cui all'art. 110 del Tulps, e l'esercizio abusivo di sala giochi messi in esercizio in un locale della città, in assenza dell'autorizzazione di cui all'art. 86 del Tulps”, nonché la “chiusura immediata del locale di che trattasi, in quanto lo stesso è ubicato ad una distanza non regolamentare”.

I giudici hanno fissato per la trattazione collegiale dell’istanza cautelare la camera di consiglio del 5 giugno 2018, previa riduzione alla metà di tutti i temini processuali ai sensi degli artt. 53 e 55 c.p.a..

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.