Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sbordoni (Utis): ‘Danni all’occupazione attentati alla Repubblica’

  • Scritto da Ac

Ad Enada Roma, Stefano Sbordoni, segretario generale dell'Utis, sottolinea che danni occupazionali provocati da leggi sul gioco attentano a Costituzione.

Roma - “Per valutare i danni causati dalle restrizioni imposte dalle leggi regionali si dovrebbe partire dalle considerazioni esposte più volte dalle associazioni di categoria relative alla crisi occupazionale generata dalla chiusura delle imprese. Essendo la nostra Repubblica fondata sul lavoro, come evidenzia la Costituzione, è evidente che un danno causato all’occupazione è da ritenere un attentato a tale principio costituzionale e quindi alla stessa Repubblica. Arrivati a questo punto bisognerebbe partire da questa osservazione per valutare la portata del fenomeno e prima di valutare ogni strategia di tutela”.

A parlare è il legale Stefano Sbordoni, segretario generale dell'Utis - Unione Totoricevitori Italiani Sportivi, rispondendo ai quesiti posti in occasione della fiera Enada Roma sulla regolamentazione delle Regioni sul gioco pubblico.

 


“Se lo Stato esegue un esproprio di determinate attività nel perseguire un qualunque scopo di tutela o qualunque ragione pubblica, il costo di quell’esproprio va pagato dall’intera comunità e non può essere in capo a un singolo soggetto o una singola categoria”, evidenzia Sbordoni.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.