Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

La base Sapar: ‘Giornata riuscita, aspettiamo audizione’

  • Scritto da Ac

I partecipanti alla manifestazione romana di Sapar esprimono soddisfazione per la giornata e attendono l'audizione con il ministro Di Maio.

Roma - Soddisfazione e attesa. È lo stato d'animo con cui tornano a casa gli operatori del comparto new slot associati a Sapar al termine di una giornata di protesta che ha riunito centinaia di gestori provenienti da tutta Italia e che ha avuto un punto di svolta già in partenza, con l’incontro tra il presidente dell’associazione, Domenico Distante e il vice premier Luigi Di Maio, proprio poco prima di avviare la manifestazione. Ed è forse proprio da questo incontro che sono scaturite le maggiori speranze, in attesa di vedere se il ministro e leader dei 5 Stelle manterrà la promessa di ricevere l’associazione in audizione nei prossimi giorni.

LA SODDISFAZIONE DI LUZI - Da qui la soddisfazione degli operatori presenti a Montecitorio, come confermano alcuni esponenti della vecchia guardia dell’associazione. “Possiamo sicuramente parlare di un’esperienza positiva e di una riuscita della manifestazione - commenta Ilario Luzi, responsabile Sapar nelle Marche - ma questi vuole essere soltanto l’inizio perché non ci fermeremo certo qui e continueremo a far sentire la nostra voce. Vediamo se nei prossimi giorni si riuscirà ad aprire davvero un confronto con il governo ma quello che è certo è che, intanto, siamo riusciti a rendere partecipi e consapevoli gli imprenditori de settore. Anche se adesso la vera sfida è quella di riuscire a coinvolgere anche tutti i dipendenti perché in gioco c’è il futuro delle nostre aziende”.

E QUELLA DI BERNARDI - Positivo anche il commento di Eugenio Bernardi, già vice presidente Sapar nella precedente gestione: “siamo soddisfatti per aver fatto sentire la nostra voce e per aver creato almeno un momento di contatto con il governo, che deve capire che il settore è fatto di imprese e di persone. Ora speriamo che le attese non siano tradite e che il governo ci ascolti: anche se l’iter legislativo è forse troppo avanzato per immaginare modifiche, almeno confidiamo nel fatto di scongiurare ulteriori futuri interventi che sarebbero deleteri per il comparto”.
 
IL PARERE DI DALLA PRIA - “È stata una giornata positiva, che ha registrato una buona partecipazione da parte dei nostri operatori: almeno adesso abbiamo delle aspettative concrete, oltre ad aver fatto sentire la nostra voce”, spiega Paolo Dalla Prima, delegato del Veneto e presidente di Sapar Service. “Quello che è certo è che non ci fermeremo qui se non saremo ascoltati e la prossima manifestazione sarà ancora più consistente. Anche se difficilmente potranno cambiare le cose già scritte almeno cerchiamo di evitare che possano di nuovo mettere le mani sul settore in futuro, perché sarebbe letale”.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.