Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Minoccheri (As.Tro): 'Apparecchi gioco, tasse dal 42 al 66% in 5 anni'

  • Scritto da Ac

Al convegno organizzato insieme con lo Studio Petrangeli sugli aspetti fiscali del gioco Marco Minoccheri (As.tro) fa il punto sull'aumento del Preu su slot e Vlt.

 

Roma - “Negli ultimi cinque anni la la pressione fiscale sui ricavi lordi dagli apparecchi è aumentata dal 42 al 66 percento, vincendo per distacco il confronto con le principali nazioni dell'Unione europea. Ben lontani infatti sono la Spagna (38 percento), il Regno Unito (25 percento) e Germania (22 percento)”.

 

Lo ricorda Marco Minoccheri (consulente fiscale e membro del Centro studi As.tro) nel suo intervento dedicato all'aumento del Preu per gli apparecchi da intrattenimento, al convegno “I nuovi aspetti fiscali del gioco: normativa e principi” organizzato dall'associazione insieme con lo Studio Associato Petrangeli oggi, 10 aprile, a Roma.

 

 

Il prelievo unico su slot e Vlt è stato più volte ritoccato dal Governo in questi mesi, a partire dal decreto Dignità la scorsa estate, passando per la legge di Bilancio 2019, con un aumento percentuale delle aliquote contenute in tale decreto pari a +1,35 percento per le slot e +1,25 percento per le Vlt. Neanche un mese dopo, con il cosiddetto 'decretone' (su quota 100 e reddito di cittadinanza, Ndr) è stato stabilito un ulteriore aumento del prelievo sulle slot, nella misura dello 0,65 percento.
Il 'decretone' quindi porta il prelievo (calcolato sull'intera raccolta, comprensiva anche di quanto ritorna in vincita ai giocatori) al 21,25 percento per le slot, mentre resta al 7,5 percento quello delle Vlt.
Dal 1° maggio diverranno rispettivamente del 21,6 percento e 7,90 percento”.
“Dal 1° gennaio 2020 le aliquote saliranno al 21,68 percento per le slot e 7,93 per le Vlt, dal 1° gennaio 2021 toccheranno il 21,75 e l'8. Ultimo step previsto in discesa: dal 1° gennaio 2023 slot al 21,30 e Vlt al 7.85. Nei piani governativi, questi aumenti dovrebbero determinare maggiori entrate per lo Stato pari a 770,9 milioni di euro nel 2019, fra slot e Vlt. Negli anni successivi il surplus previsto è di 768,9 milioni annui. A fronte dell'aumento della tassazione, la legge di Bilancio ha alleggerito di qualche punto il payout per i giocatori: 68 percento per le slot e 84 percento per le Vlt”, dice ancora Minoccheri.
 
 
Share