Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Orari Vlt, Adm: 'Ecco le modalità di accesso all'applicativo Smart'

  • Scritto da Redazione

Adm pubblica nuovo decreto per definire modalità tecniche di abilitazione e di accesso dell'applicativo Smart per monitoraggio orari delle Vlt da parte dei Comuni.

L'Agenzia delle dogane e dei monopoli ha pubblicato un secondo decreto per definire le modalità tecniche di abilitazione e di accesso dell'applicativo Smart, realizzato insieme con Sogei per fotografare i flussi di gioco legale nei territori dei singoli comuni attraverso il monitoraggio degli orari di funzionamento delle Vlt.

 

Il provvedimento, che segue quello emanato lo scorso 22 febbraio ed è oggetto di una serie di ricorsi al Tar la cui discussione è stata rinviata al 4 dicembre, individua il numero di utenze attivabili e i requisiti di sicurezza ed informatici necessari, fornendo le istruzioni operative per l’utilizzo dell'applicativo.

 

LE MODALITÀ DI ABILITAZIONE – Queste le modalità di abilitazione
"Il Comune che intenda accedere alle funzionalità di monitoraggio degli orari di funzionamento degli apparecchi Vlt ubicati nel territorio di competenza deve richiedere all’Agenzia delle dogane e dei monopoli l’abilitazione all’utilizzo dell’applicativo previsto dal decreto direttoriale n. 31516/R.U. del 22 febbraio 2019, inviando, tramite la casella istituzionale di posta elettronica certificata, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e, per conoscenza, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., apposita comunicazione contenente la richiesta di abilitazione all’accesso da parte del rappresentante legale del Comune o da parte di un suo delegato e l’indicazione del soggetto incaricato alla gestione delle utenze per il Comune (di seguito Gestore), corredata da un file excel debitamente compilato secondo le istruzioni fornite nella guida operativa predisposta dal partner tecnologico Sogei S.p.A. ed allegata al presente provvedimento.
Ai sensi di quanto previsto dall’articolo 2, comma 2 del decreto direttoriale 22 febbraio 2019 sono legittimati a presentare la richiesta di abilitazione soltanto i Comuni nel cui territorio di competenza sono installati apparecchi Vlt.
 
 
LE MODALITÀ DI ACCESSO – Di seguito le modalità di accesso e i requisiti di sicurezza.
L’accesso all’applicativo per il monitoraggio degli orari di funzionamento degli apparecchi Vlt avviene tramite l’area riservata del Portale Unico Dogane e Monopoli (Pudm).
Al fine di garantire la necessaria sicurezza circa l’identità dei soggetti che accedono all’applicativo, per l’accesso al Pudm è richiesto l’utilizzo delle credenziali del Sistema Unico di Identità Digitale (Spid) di livello 2, come meglio specificato nella guida operativa predisposta dal partner tecnologico Sogei S.p.A..
Il gestore, previa autorizzazione da parte dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, accede alle funzionalità di monitoraggio e può individuare ulteriori operatori, fra i dipendenti del Comune che ne abbiano necessità in relazione alle loro mansioni, cui delegare l’accesso sino al numero massimo di utenze determinato nell’articolo 4.
Il processo di autorizzazione all’accesso è eseguito con modalità telematiche attraverso le funzionalità presenti nel Portale Unico Dogane e Monopoli (Pudm) sulla base di quanto indicato nella citata guida operativa.
 
 
LE UTENZE – Il provvedimento inoltre definisce il numero di utenze attivabili per Comune.
Il numero massimo di utenze attivabili per l’accesso all’applicativo di monitoraggio degli orari di funzionamento degli apparecchi Vlt è determinato in funzione delle fasce di abitanti residenti nel Comune risultante dalle elaborazioni Istat: 2 per Comuni con numero di residenti sino a 4.999; 4 per Comuni con numero di residenti compresi tra 5.000 e 9.999; 7 per Comuni con numero di residenti compresi tra 10.000 e 19.999; 12 per Comuni con numero di residenti compresi tra 20.000 e 99.999; 20 per Comuni con numero di residenti compresi tra 100.000 e 249.999; 25 per Comuni con numero di residenti superiori a 250.000 fino a 999.000; 35 per Comuni con numero di residenti superiori a 1.000.000.
L’eventuale superamento di tale limite sarà rilevato dall’applicativo e non consentirà l’autorizzazione all’accesso di utenti ulteriori a quelli già autorizzati, a meno di revoca da parte del gestore di un’utenza esistente.
 
 
LE MODALITÀ DI UTILIZZO – Queste le modalità di utilizzo e ulteriori specifiche tecniche.
Le modalità di utilizzo dell’applicativo di monitoraggio degli orari di funzionamento degli apparecchi Vlt unitamente a quelle per l’accesso sono contenute in apposito Manuale reso disponibile dal partner tecnologico Sogei Spa nell’area riservata del Portale Unico Dogane e Monopoli (Pudm).
Ai sensi dell’articolo 6 comma 3 del decreto direttoriale 22 febbraio 2019, l’applicativo segnala le anomalie rilevate rispetto agli orari di funzionamento previsti dalle normative locali, inseriti a cura dello stesso Comune, indicando gli esercizi in cui risultano presenti apparecchi Vlt nello stato acceso/abilitato e gli identificativi di tali apparecchi Vlt .
L’applicativo non segnala un’anomalia qualora l’apparecchio Vlt , pur acceso e abilitato, non sia in grado di raccogliere gioco in quanto in stato di manutenzione. L’apparecchio è in stato di manutenzione solo qualora sia stato previamente inviato dal sistema di gioco del concessionario al sistema di controllo lo specifico messaggio telematico previsto nelle specifiche di cui al “Protocollo di comunicazione comma 6b” pubblicato sul sito istituzionale di Adm.
Il sistema di gioco Vlt del concessionario registra l’orario di inizio e fine delle singole partite. L’applicativo segnala in automatico l’anomalia anche degli apparecchi funzionanti su cui si stiano svolgendo partite iniziate prima dell’orario previsto per lo spegnimento degli apparecchi ma terminate successivamente. In tali casi, le segnalate anomalie possono essere giustificate dal concessionario, su eventuale richiesta del Comune, con la semplice presentazione del tabulato riportante gli orari di inizio e fine delle partite giocate sullo specifico apparecchio videoterminale.
 
 
La legge di Bilancio 2019 ha vincolato i Monopoli a mettere a disposizione degli enti locali, comuni in primis, la registrazione degli effettivi orari di funzionamento degli apparecchi Vlt a partire dal prossimo 1° luglio.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.