Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

As.Tro/Cgia: 'A rischio il 30% dell'occupazione del gioco legale'

  • Scritto da Redazione

Pubblicato dalla rivista 'Veneto Nord-Est' una sintesi dei risultati del 'Percorso di studio sul settore dei giochi in Italia' elaborato da As.Tro e Cgia di Mestre.

 

"L’estensione totale dei provvedimenti regionali e comunali all’intero territorio nazionale porterebbe ad una contrazione del gettito pari ad almeno 1 miliardo di euro (una riduzione superiore al 15 percento). E l’effetto sull’occupazione sarebbe ancora più drammatico: quasi 7/8 mila posti di lavoro in meno che sommati a 10 mila posti di lavoro in meno determinati dagli effetti negativi dell’aumento del Preu sugli utili delle imprese del comparto porterebbe ad una contrazione occupazionale di circa 17/18 mila unità: circa il 30 percento dell’occupazione del settore è perciò a rischio".

 

Questa una delle conclusioni a cui pervengono l'associazione As.Tro e l’Ufficio Studi della Cgia, Associazione artigiani piccole imprese di Mestre in un articolo che che sintetizza i risultati del “Percorso di studio sul settore dei giochi in Italia” presentato il 4 luglio scorso a Roma, pubblicato nel n.55/2019 della Rivista di cultura socio-economica “Veneto Nord-Est”.
 
 
L'articolo, pubblicato integralmente a questo link, inoltre evidenzia che "nei prossimi anni (sulla base dei recenti provvedimenti) continuerà a crescere il peso del fisco sul settore: la pressione sul margine della filiera passerà per le Awp dal 62 percento del 2017 al 68 percento nel biennio 2021 e 2022 mettendo in gioco la sopravvivenza stessa di molte piccole attività.
 
A fronte di un volume di raccolta di 48,9 miliardi di euro nel 2017, la spesa dei giocatori è di 10,4 miliardi di euro (38,5 sono restituiti in vincite). I 10,4 miliardi di euro sono il margine lordo (cassetto lordo), che l’erario preleva sempre in percentuale superiore. Il residuo non è il profitto del comparto ma i loro ricavi ai cui vanno sottratti i costi di gestione per ottenere un utile che verrà ulteriormente sottoposto a tassazione e contribuzione".
 
Share